Ferrovie/No al rincaro delle tariffe, si al taglio degli sprechi

15/nov/2006 21.20.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

No al rincaro delle tariffe delle Ferrovie dello Stato
per 7 principali motivi!
- Il primo) E' quello di non aver rispettato il prince-cap, la formuletta
inglese fatta legge dal Governo Italiano per legiferare l'aumento delle
tariffe nei servizi di pubblica utilità. La legge del princ-cap prescrive
che il rincaro è legittimo quanto è pari al tasso d'inflazione programmato e
correlato da miglioramenti quantitativi e qualitativi del servizio. Per
l'Acusp e la Consulta nazionale Utenti uniti per la Mobilità sostenibile ciò
non è verificato dal 2001, anno del progetto di riorganizzazione delle
Ferrovie dello Stato che costituirono Trenitalia (nel giugno 2000 trasporto
passeggeri, regionale e Cargo)e RFI (nel luglio 2001 gestione
infrastrutture, esempio stazioni)
- il secondo) Non c'è stato il netto miglioramento degli standard di
sicurezza
- il terzo)Nè l'offerta dei servizi regionali ha fatto registrare i
programmi annunciati: riduzioni dei tempi di percorrenza, riorganizzazione e
semplificazione degli orari, un migliore coordinamento delle coincidenze fra
treni a lunga distanza e treni del trasporto regionale, regolarità del
servizio
- il quarto)Non c'è stata la valorizzazione del sistema di trasporto
coordinato mare/toaia e strada/rotaia; restano irrealizzate in buona
sostanza "Le autostrade viaggianti"; ovvero il trasporto su treno di pesanti
autocarri, tir (motrici e rimorchi)
- il quinto ) è vero che si è registrato un maggiore impegno da parte delle
ferrovie per migliorare la qualità del servizio, ma FS non è riuscita ancora
a rendere più confortevoli i viaggi ai pendolari, utenti (e il blocco dei
binari da parte dei viaggiatori è solo di un anno fa)
- il sesto)il decoro dei treni e la climatizzazione del parco rotabili non è
stato completato al punto di rendere le condizioni di viaggio migliori, un
obiettivo, quindi, come gli altri cinque punti precedenti non c'entrato ma
solo annunciato
- il settimo)anche l'azione di recupero del parco integrata da un programma
di pulizia radicale e tempestiva su tutte le vetture non è stata compeltata
(zecche nei vagoni...sono lì a dimostrare la giusta denuncia dei
viaggiatori)
Il Presidente dell'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi
pubblici)promotrice della Consulta Nazionale Utenti Uniti con il patrocinio
del Ministro dei Trasporti del 27 marzo 2006
Dr Alfredo Capasso
3398697687




------------------------------------------------------
Scopri se hai Vinto un Tv Color LCD! Clicca qui
http://click.libero.it/webnation15nov06




------------------------------------------------------
Scopri se hai Vinto un Tv Color LCD! Clicca qui
http://click.libero.it/webnation15nov06




------------------------------------------------------
Scopri se hai Vinto un Tv Color LCD! Clicca qui
http://click.libero.it/webnation15nov06





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl