CS LE ONG ITALIANE: TAGLI ALLE SPESE MILITARI PER RILANCIARE LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

17/nov/2006 13.10.00 Associazione ONG italiane Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                             COMUNICATO STAMPA

 

                LE ONG ITALIANE: TAGLI ALLE SPESE MILITARI

                PER RILANCIARE LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE   

 

 

Roma, 17 novembre 2006. L’Associazione ONG italiane sostiene e rilancia la lettera di richieste al Governo sottoscritta da 53 Senatori della maggioranza alla vigilia del voto di fiducia alla Camera della Finanziaria 2007.

 

Importante il richiamo in queste ore alle politiche proposte prima delle elezioni nel programma dell’Unione che prevedeva iniziative innovative in sostegno alla riduzione delle spese militari, al rilancio della cooperazione internazionale in termini quantitativi e qualitativi, il sostegno a politiche di disarmo e non-proliferazione.

 

Afferma Sergio Marelli, presidente Associazione ONG italiane: “Apprezziamo e appoggiamo le richieste avanzate nella lettera per una netto taglio delle esorbitanti spese militari previste dal Governo. Con il fondo per la cooperazione militare e i sistemi d’arma con i suoi 1.700 milioni di euro stanziati vediamo contraddette tutte le indicazioni fornite dal Programma dell’Unione, e ricordiamo invece che i soli 600 milioni stanziati per i fondi della cooperazione allo sviluppo sono oggi a rischio di un ulteriore diminuzione del 10% con il nuovo articolo 53 inserito nella Finanziaria. 48 milioni di euro in meno sui 600 previsti dal Fondo a Dono della prima bozza sulle uniche vere risorse disponibili del Ministero degli Esteri per gli aiuti ai paesi più poveri e in via di sviluppo”.

 

“Le proposte chiare e circostanziate della lettera - continua Marelli - per la diversa allocazione dei fondi destinati alle spese militari dimostra in maniera lampante, come sia assolutamente possibile e fattibile trovare le risorse necessarie per una seria politica di cooperazione internazionale, come da sempre sostenuto dall’Associazione ONG italiane nei confronti dei diversi Governi.

Proprio per questo torniamo a chiedere, come sostenuto dai 53 senatori, che i fondi per la cooperazione allo sviluppo raggiungano per il 2007 un miliardo di euro, e facciamo un appello a tutti i Senatori e Parlamentari di maggioranza e opposizione perché firmino la lettera e chiedano un messaggio di credibilità e coerenza al Governo Prodi con il programma elettorale annunciato”.

 

L’Associazione ONG italiane aderisce e partecipa alla Manifestazione Nazionale per la Pace e la Giustizia in Medio Oriente indetta dalla Tavola della Pace di domani sabato 18 novembre a Milano, insieme al Comitato promotore saranno ribadite le richieste per evitare nuovi tagli, anche per i progetti di cooperazione in Medio Oriente. La marcia sarà un’occasione per far sentire la voce di tutti quelli che vogliono la pace creata dalla cooperazione tra i popoli e dalla giustizia sociale.

 

·        In allegato la lettera sottoscritta dai Senatori

 

Paola Amicucci

Ufficio Stampa Associazione ONG Italiane

email: ufficio.stampa@ong.it
Tel: 06 6832061 - 328.0003609; Fax:
06 6872373

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl