Ratzinger va in Turchia

22/nov/2006 10.49.00 axteismo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ratzinger va in Turchia

Il tempo delle imprese coloniali è finito

di Vittorio Giorgini

Sempre i predatori umani hanno colonizzato le popolazione limitrofe e anche quelle molto più lontane. I soldati e gli emigrati europei invasero territori dalle Afriche alle Americhe alle Asie guidati spesso dalla politica della Chiesa, dai missionari, dai sacerdoti e dai prelati che li aizzavano a uccidere, a distruggere, a depredare popolazioni che tanto non avevano anima, ma erano selvaggi e ignoranti a cui venivano sottratti territori e beni. I colonizzatori si impossessavano di splendide opere d'arte, argenti, ori, depredando preziose testimonienze di altre culture. La Chiesa, armata di arroganza e mezzi, si avvaleva della propria posizione di autorità, autorità che si dava da sola e in nome del solito dio. Qualsiasi cosa facesse, anche la più abietta e la più criminale, la faceva in nome di dio. Questo vizietto le è restato.

Che cosa va a fare Ratzinger in Turchia?

Ratzinger non solo è buono, bravo, intelligente, unico, ma anche coraggioso e pronto al martirio. Ma chi lo ha invitato? Sarebbe interessante saperlo: se ci va per ragioni oscure o ancora una volta per dimostrare che quanto egli propaganda della sua religione è migliore del propagandare di altre religioni concorrenti. Va in Turchia come missionario a portare la buona novella? Va a fare pubblicità di paccottiglie? Va a presentare il prodotto religione come in una fiera si presenta una nuova marca di dentifricio? Avrà il suo stand? Ci sarà un lancio di spot televisivi e diffusione di gadget pubblicitari? La sua religione lava più bianco dal peccato e bisogna farla provare a chi non la conosce?

I turchi non hanno invitato Ratzinger, ma a lui non interessa, si è invitato da solo, come si fa a volte in certe feste, ci si “imbuca” ammesso che qualcuno poi non ti butti fuori prendendoti per la collottola. Quanto costerà questo viaggio alla Turchia la cui economia non permette certo di sprecare soldi in stupidaggini e in giochetti per giunta pericolosi? Il ricchissimo Vaticano - multinazionale di straordinaria potenza economica e politica ed enorme capacità di penetrare il mercato - stragonfio di soldi da scoppiare può permettersi automobili ultra corrazzate, aerei super attrezzati e grande quantità di persone e cortigiani al seguito di Ratzinger, prelati-manager che conoscono perfettamente il proprio mestiere di esperti di marketing.

Mi domando se il mondo “non cristianizzato” sarà d'accordo nel farsi “evangelizzare”. Chissà se la campagna promozionale e pubblicitaria di questo top manager dall’accento tedesco avrà effetto positivo e gli permetterà di portarsi a casa altri nuovi clienti? Segnali chiari, questi, che la “Finisecclesia”(*) è vicina.

Vittorio Giorgini

(*) "Finisecclesia" non è un genitivo ma un neologismo, si scrive senza la 'e' finale, "finisecclesia" appunto.
(Giorgini è ipovedente, può essere contatto solo per telefono: 0552382882).

Nella foto, l’architetto e scrittore Vittorio Giorgini autore del libro
"Le religioni plagiano - Lettera agli intellettuali"
per averlo gratis in formato digitale è sufficiente scrivere a:

Fonte:

Questo testo è in regime di Copyleft: la pubblicazione e riproduzione è libera e incoraggiata
purchè l’articolo sia riportato in versione integrale, con lo stesso titolo,
citando il nome dell’autore e riportando questa scritta.
 
 
 
Axteismo, No alla chiesa, no alle religioni
Movimento Internazionale di Libero Pensiero
cerchiamo Fondazione o Università che sostenga studi e attività  
e Imprenditore-Editore che apra Tv satellitare libera
leggi le news anche degli altri mesi:
per aderire e informazioni:
tel. +39 3393188116
 
 
 
 
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl