FS/Lettera aperta al Presidente Napolitano sulla svolta FS

26/nov/2006 17.49.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato stampa del 26.11.2006

Lettera aperta dei pendolari Fs al Presidente della Repubblica
Giorgio Napolitano "fan del trasporto ferrato"

Un 1.000.000 di abitanti privati dell'unico treno per
raggiungere Roma Termini in tempo utile per andare a lavoro o a scuola. Con
la soppressione dell'Intercity 674 a rischio
centinaia di posti di lavoro.

Signor Presidente,
I pendolari dei Comitati maddalonese, beneventano e casertano, aderenti all'
ACUSP, denunciano che dal prossimo 10 dicembre - con l'entrata in vigore del
nuovo orario ferroviario anno 2007 - gli Utenti delle Ferrovie dello Stato
saranno fortemente penalizzati. Ad esempio, è stata programmata la
soppressione dell'Intercity 674 partenza da Benevento (ore
5,28)-Caserta-Roma Termini (arrivo ore 8,22). Se ciò si realizzasse enormi
sarebbero i disagi per lavoratori e studenti dal momento che non ci sono
altri treni
utili da Benevento, Caserta per raggiungere Roma Termini entro le ore
08,22. Per molti significherebbe addirittura mettere a rischio il posto di
lavoro o non seguire più corsi universitari. Per altri, ritirare una busta
paga dimezzata a causa dei ritardi registrati all'ingresso in fabbrica o in
azienda dovuti all'arrivo a Roma Termini oltre le ore 08,22.
Signor Presidente,
chiediamo, quindi, il Suo autorevole intervento perchè la svolta che sta
realizzando il presidente di Fs Ignazio Cipolletta non registri la
soppressione di treni, ma offra
maggiori e migliori servizi ai cittadini-utenti.
L'Acusp avalla la Sua affermazione, Signor Presidente: -
"A Napoli si è fatto moltissimo, davvero, per il trasporto locale e
regionale. Ho ascoltato giudizi di assoluta eccellenza da parte di persone
qualificate e competenti.
Forse è il miglior sistema di trasporto locale che esista in Italia". Tanto
che su proposta della stessa Acusp , l'assemblea nazionale degli Utenti,
riunitasi a Milano nel
dicembre 2003 su iniziativa dell'UTP, ha sempre confermato, da quell'anno,
Napoli e la Campania la capitale d'Italia per il trasporto pubblico locale,
settore che ha bisogno di maggiori finanziamenti governativi.
Distinti saluti
Il Presidente dell'Acusp (associazione Contribuenti Utenti Servizi
Pubblici)promotrice della Consulta nazionale degli Utenti dei Trasporti
collettivi, istituita il 27 marzo 2006 con il patrocinio del Ministro dei
Trasporti
3398697687




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl