Alla stazione di Sesto Fiorentino i Volontari del Dico NO alla Droga sostengono la campagna con distribuzione di opuscoli informativi.

09/set/2014 16:41:35 carla ducci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Non si ferma l'impegno dei volontari della Chiesa di Scientology che sostengono e si attivano nella campagna sociale della fondazione per “Un Mondo Libero dalla Droga”. Sono così stati distribuiti nei pressi della stazione di Sesto Fiorentino, opuscoli con informazioni reali e testimonianze vere di persone che hanno vissuto l'inferno della tossicodipendenza.

Le droghe intorpidiscono il sistema nervoso e quindi bloccano temporaneamente sensazioni di tristezza, noia o paura. In casi di emergenza, a volte, le droghe sono usate nel corso di un'operazione o in caso di incidente.

Le droghe comunque bloccano tutte le sensazioni e i sentimenti. Alla fine, qualsiasi tipo di sensazione diventa più difficile da provare. Incluse le sensazioni sessuali. La persona si sente meno viva e probabilmente agirà come se non gli importasse niente e di nessuno intorno.

Dopo un po', le droghe fanno diventare una persona meno consapevole di ciò che le succede intorno. Diventa più goffa, più lenta nel pensare, nel muoversi, nel reagire. Dopo l'uso di droghe, possono succedere incidenti o, capitare altre situazioni pericolose. Spesso però la persona non è consapevole di questo cambiamento di sé, anche quando altri lo osservano e glielo dicono.

 

“Le persone che prendono droga, non sempre riescono a percepire il mondo reale di fronte a loro. Sono “assenti”. Queste persone possono essere molto pericolose per te, su un'autostrada, durante un incontro casuale o in casa”. L. Ron Hubbard

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl