Portici/Acusp contro le stragi delle morti bianche

16/dic/2006 13.00.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L' Acusp (Associazione Contribuenti Utenti Servizi Pubblici), lancerà un
appello al ministro del Lavoro Cesare
Damiano per una campagna contro le morti bianche, durante la trasmissione
"Osservatorio cittadino", in onda lunedì 18 sulla tv locale napoletana
Televomero, durante la quale sarà osservato un minuto di silenzio per i
tentissimi lavoratori morti sul lavoro. Con Alfredo Capasso, presidente
dell'Acusp, Antonio Caiazzo componente del direttivo nazionale Anmil
(Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul lavoro);da damani, invece,
prenderà il via la petizione per chiedere maggiori controlli nei cantieri
edili, fabbriche, aziende pubbliche e private,ad esempio. Ma non
solo,maggiori e sicuri investimenti per la sicurezza nei posti di lavoro,
affinchè con i fatti e non solo a parole venga tutelata la vita di tutti i
lavoratori e lavoratrici. La petizione è stata promossa dall'Acusp con la
sede dell'Anmil di Napoli, presieduta da Catello Minichino e sarà estesa in
tutte le sedi a livello nazionale dell'Anmil.

LAVORO : ANMIL , BENE IMPEGNO MINISTRO DAMIANO SU SICUREZZA


MERCANDELLI , ORA SERVE TAVOLO CONFRONTO SU AVANZO GESTIONE INAIL (ROMA)


-L'Associazione Nazionale mutilati ed invalidi sul
lavoro ( Anmil) approva "il fermo impegno del Ministro del Lavoro, Cesare
Damiano, che ha portato all'introduzione nel maxiemendamento alla legge
Finanziaria di importanti norme per una maggiore sicurezza sul lavoro e per
una tempestiva tutela verso i familiari delle vittime di gravi infortuni sul
lavoro". Secondo l' Anmil, si legge in una nota, "l'istituzione di un fondo
finalizzato a fronteggiare i bisogni immediati per le famiglie in difficoltà
all'indomani di un incidente sul lavoro con esiti mortali, le previsioni in
materia di prevenzione e le condizioni poste per diminuire i premi
assicurativi pagati all' Inail dalle aziende, rappresentano segnali
importanti nella lotta contro le morti bianche, gli infortuni e le malattie
professionali", sottolinea il presidente, Pietro Mercandelli, che apprezza
"lo sforzo che si sta facendo per potenziare l' attività ispettiva", sebbene
ritenga "necessario un più stretto coordinamento tra gli enti preposti per
ottimizzare il lavoro delle risorse dedicate all'azione di contrasto".
."Resta infine da sciogliere - conclude il presidente dell' Anmil - il nodo
dell'avanzo di gestione Inail, che si prevede ammonterà nel 2007 a più di 2
miliardi di euro, da utilizzare per il miglioramento delle prestazioni agli
infortunati e la riduzione delle tariffe dei premi. Su questi temi l' Anmil
chiede al Ministro Damiano di avviare a gennaio un tavolo di confronto con
le parti sociali per proseguire in questo percorso che sta segnando una vera
svolta".
Dott.Alfredo Capasso
presidente Acusp
3398697687

















blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl