Newsletter di Korazym N. 2007/01

01/gen/2007 22.10.00 Korazym.org Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



Tra un anno e l'altro
Le celebrazioni del papa su

Il ringraziamento per l'anno appena concluso e la preghiera di pace per quello nuovo, un vero e proprio "talento ricevuto da Dio" che l'uomo è chiamato a "far fruttare". È questo il filo conduttore delle celebrazioni di Benedetto XVI tra un anno e l'altro. Domenica 31 dicembre è stata scandita dall'Angelus e dai primi vespri con il canto del "Te Deum", mentre lunedì 1° gennaio, dalla celebrazione e dall'Angelus della solennità di Maria Santissima Madre di Dio, nella Giornata mondiale della pace. Korazym.org ha seguito da vicino tutti gli appuntamenti.

LUNEDÌ 1° GENNAIO

L'angelus
Chiediamo a Maria che "si sviluppi nelle coscienze il sacro rispetto per ogni persona umana e il fermo ripudio della guerra e della violenza": primo Angelus del 2007 per Benedetto XVI in una piazza San Pietro gremita come nelle grandi occasioni, con oltre 50mila fedeli, e condanna al ricorso alla guerra come metodo per risolvere i conflitti. "Oggi si parla molto di diritti umani - scandisce il papa dalla finestra del Palazzo Apostolico - ma spesso si dimentica che essi hanno bisogno di un fondamento stabile, non relativo, non opinabile. E questo non può che essere la dignità della persona. Il rispetto per questa dignità comincia dal riconoscimento e dalla tutela del suo diritto a vivere e a professare liberamente la propria religione". "Il valore della persona umana - prosegue il Pontefice - è la colonna portante dell'intero grande edificio della pace". "Rinnovo quest'oggi - afferma - il mio augurio di pace ai Governanti e ai Responsabili delle Nazioni e degli Organismi internazionali e a tutti gli uomini". Al termine, il saluto al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano che ieri aveva rivolto un pensiero al papa nel suo discorso televisivo di fine anno.
- LE PAROLE DEL PAPA

La Santa Messa
Il nuovo anno è come "un talento ricevuto da Dio" che ogni cristiano ha il compito di "far fruttare". Benedetto XVI inizia il nuovo anno da una prospettiva particolare: quella di un Dio che dona la salvezza, entrando nella storia dell'uomo, attraverso Maria, vergine e madre. Una realtà rievocata ancora una volta nella Basilica di San Pietro, durante la Messa della Solennità di Maria Santissima Madre di Dio, festa che coincide con la Giornata mondiale della pace, sul tema "La persona umana, cuore della pace". Da qui, la presenza alla celebrazione degli esponenti della Santa Sede maggiormente impegnati su questo fronte, come il cardinale segretario di Stato, Tarcisio Bertone; il cardinale Renato Raffaele Martino, presidente del Pontificio consiglio della giustizia e della pace; mons. Leonardo Sandri, sostituto della Segreteria di Stato; mons. Dominique Mamberti, segretario per i rapporti con gli Stati della segreteria di Stato e mons. Giampaolo Crepaldi, segretario del Pontificio consiglio della giustizia e della pace. Sono convinto, ha spiegato il papa citando il suo messaggio scritto per la Giornata, che "rispettando la persona si promuove la pace, e costruendo la pace si pongono le premesse per un autentico umanesimo integrale".
- LA CRONACA
- LE PAROLE DEL PAPA

DOMENICA 31 DICEMBRE

I primi vespri
I primi vespri della solennità di Maria Santissima Madre di Dio per “per rendere grazie al Signore al termine dell’anno”. Dopo l’Angelus dedicato alla famiglia, per Benedetto XVI un nuovo appuntamento nella Basilica di San Pietro con la tradizionale celebrazione di fine anno durante la quale la Chiesa rivolge a Dio il “Te Deum” di ringraziamento. Alla presenza del sindaco di Roma, Water Veltroni, di autorità e numerosi fedeli, il papa ha richiamato il significato cristiano della festa della Madonna, che stride con i riti mondani “prevalentemente improntati al divertimento” del capodanno, “vissuto spesso come evasione dalla realtà, quasi ad esorcizzarne gli aspetti negativi e a propiziare improbabili fortune”. Al contrario, sottolinea il pontefice, “la Chiesa è chiamata a vivere queste ore facendo propri i sentimenti della Vergine Maria”, tenendo lo sguardo fisso su Gesù e presentando “le gioie e le speranze”, ma anche “le tristezze e le angosce degli uomini d’oggi”.
- LA CRONACA
- LE PAROLE DEL PAPA

L'angelus
Ricordando la realtà di un Dio che ''ha voluto nascere e crescere in una famiglia umana'', Benedetto XVI dedica l'ultimo angelus dell'anno alla vocazione profonda della famiglia, ''quella cioè di accompagnare ogni suo componente nel cammino di scoperta di Dio''. Prendendo esempio da Gesù, Giuseppe e Maria, dice il papa, ogni famiglia ''è chiamata a realizzare la stupenda vocazione e missione di essere cellula viva non solo della società, ma della Chiesa, segno e strumento di unità per tutto il genere umano''. Da qui, la preghiera perché ''le famiglie cristiane siano immagine viva dell’amore di Dio'', di fronte alle ''spinte disgregatrici di una certa cultura contemporanea''.
- LE PAROLE DEL PAPA

Non ci resta che augurare una buona lettura …

Grazie per la vostra attenzione!
Alla prossima …
La redazione di Korazym.org



Mission on the air

partnerdi Web Radio On the Air

"Fede e ragione sono un unico paio di ali per volare incontro alla Verità, mancando un'ala il rischio di cadere è elevato o di volare sicuramente non se ne parla": questa è una delle frasi chiave del contenitore multimediale On the Air ispirato alla enciclica di Giovanni Paolo II "Fides et ratio".

La trasmissione di On the Air

La Web Radio "On the Air" è diretta da Lillo Massimiliano Musso a.k.a. LMaxM, poeta, giurista, comunicatore sociale, che si autodefinisce "Esistenzialista Cristiano".

La Web Radio "On the Air" è raggiungibile dalla Home page di Korazym.org e del sito InternetOn the Air
.
 


Scrivi per

Korazym.org è nato più di tre anni fa, in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù 2003, per comunicare le esperienze vissute, per dare continuità nel mondo dei media a percorsi di fede personali, per evidenziare esigenze e problemi umani e sociali.

Il quotidiano non profit on line Korazym.org è già un punto di riferimento per la tempestività e la precisione dell’informazione, grazie all’impegno dei giovani che lo sostengono animati dalla passione per il giornalismo e che svolgono la loro attività a titolo gratuito.

Per poter sviluppare ulteriormente il suo raggio d’azione, Korazym.org cerca nuovi collaboratori-volontari, spiritualmente motivati, che si propongano come giornalisti attenti e curiosi di tutto ciò che si muove nel mondo della Chiesa, dei giovani, della società in Italia e nel mondo. La collaborazione è libera e ispirata alla gratuità evangelica.

L'editore della nostra testata giornalistica, l’Associazione Ragazzi-del-Papa Onlus-Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, iscritta nel Registro regionale delle organizzazioni di volontariato della Regione Lazio - Sezione servizi sociali, è stata costituita il 31 gennaio 2004, memoria di san Giovanni Bosco, presso il Centro Internazionale Giovanile San Lorenzo a Roma.

Senza fine di lucro e con lo scopo esclusivo il perseguimento di finalità solidali a beneficio di persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, socio-economiche o familiari, per raggiungere tale scopo opera a favore della tutela dei diritti civili, della formazione e promuove la cultura della solidarietà attraverso l’uso della comunicazione e dell’informazione; utilizzando i nuovi mezzi multimediali, si propone di dare voce a tutti coloro che sono svantaggiati dalla specificità dei canali d’informazione, creando uno spazio d’interazione con gli utenti, promuovendo la partecipazione di chi è escluso dai normali canali di informazione.

Ti piacerebbe di collaborare con noi? Scrivi a Redazione Korazym.org.

Serena Sartini, direttore responsabile
Matteo Spicuglia, condirettore coordinatore
Stefano Caredda, vicedirettore

 



Per aiutare

a crescere

Essendo il quotidiano non profit on line Korazym.org uno spazio di discussione su argomenti che interessano i giovani, animato da un forte spirito di apertura e condivisione, tutti coloro che fossero interessati a collaborare possono farlo, mettendosi direttamente in contatto con la redazione:
Redazione Korazym.org

Abbiamo anche bisogno di offerte in denaro,
perché ci sono spese da affrontare
che non possono essere evitate
e non dipendono dal nostro impegno
e dalla nostra buona volontà.

Piccoli gocce d’acqua formano il mare ...
Piccoli granelli di sabbia formano il deserto ...
Piccoli gesti di solidarietà
possono aiutare Korazym a crescere,
a raggiungere tanti giovani
che, come voi,
si sono collegati a questo quotidiano non profit on line
nella speranza di vedere un po’ di luce,
di trovare una risposta,
di ascoltare una voce diversa
in mezzo alla cacofonia di questo mondo.

Coloro che intendono sostenere il progetto del quotidiano non profit on line Korazym.org con una donazione all’Associazione Ragazzi-del-Papa Onlus,  possono farlo con un bonifico bancario oppure usufruire del servizio di pagamento on-line con Carta di Credito o con il sistema PayPal.

Chi intendesse sostenere Korazym.org
può farlo con una donazione con PayPal e Carta di Credito:


oppure:

Posteitaliane
Conto BancoPosta 000053800553
ABI 07601 - CAB 14700 - CIN W
intestato ad Associazione Ragazzi-del-Papa Onlus
Minturno (LT) - Italia

Coordinate Bancarie Internazionali (IBAN):
IT 26 W 07601 14700 000053800553
Codice BIC (Swift):
BPPIITRRXXX

Causale: Granello di sabbia
 

I partner di
 


Avvisi

Tenendo conto di alcune vostre segnalazioni, la Newsletter di Korazym.org ha una cadenza settimanale e contiene una selezione degli articoli più significativi.
Questo per evitare testi troppo lunghi e favorire una consultazione veloce.
Dunque, consultate Korazym.org per non perdere gli articoli pubblicati giornalmente e non necessariamente tutti elencati in questa Newsletter settimanale.
Grazie per la vostra attenzione e per l'entusiasmo con cui ci seguite!

  • Per contattarci non usare la funzione "rispondi a", ma clicca sul seguente link:
    Redazione Newsletter Korazym.org
  • Per comunicare con la redazione o per inviare informazioni e notizie, vi pregiamo di usare esclusivamente il seguente indirizzo (e dunque non l'indirizzo di Claudia Rossi da cui viene inviato questa Newsletter):
    Redazione Newsletter Korazym.org
  • In ottemperanza della Legge 675 del 31.12.1996, per la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati registrati nella database della Newsletter di Korazym.org.
  • Nel caso le nostre informazioni non fossero di vostro interesse,è possibile evitare qualsiasi ulteriore disturbo, inviando una e-mail all'indirizzo:
    Cancellazione Newsletter Korazym.org
  • Per cancellarti da questa Newsletter o cancellare un indirizzo nel caso di ricezione multiple, clicca sul seguente link:
    Cancellazione Newsletter Korazym.org
  • Attenzione: l'e-mail di cancellazione deve essere inviato dall'indirizzo su cui si riceve questa Newsletter.

Newsletter di Korazym.org - Agenzia di informazione
Una produzione della Redazione del quotidiano non profit on line Korazym.org
Associazione Ragazzi-del-Papa Onlus

Testata giornalistica iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale di Latina N. 838/04102005
Direttore responsabile: Serena Sartini - Condirettore coordinatore: Matteo Spicuglia - Vicedirettore: Stefano Caredda

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl