Hack the culture. Milano capitale internazionale della cultura

WAITING FOR EXPOP 2015 Vivaio meets Culture "Hack the culture", rompere gli schemi e liberare energie Milano capitale internazionale della nuova cultura Milano, venerdì 28 novembre - L'ultimo appuntamento del 2014 della serie "Vivaio meets..". è dedicato alla cultura e ha un obiettivo molto ambizioso: liberare il potenziale, superare gli immobilismi e abbattere gli steccati che sembrano bloccare la cultura in schemi consolidati e fare di Milano la capitale internazionale della nuova cultura.

28/nov/2014 10:53:35 Press Un-Guru Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

WAITING FOR EXPOP 2015

 

Vivaio meets Culture

"Hack the culture", rompere gli schemi e liberare energie

Milano capitale internazionale della nuova cultura

 

Milano, venerdì 28 novembre – L'ultimo appuntamento del 2014 della serie "Vivaio meets..." è dedicato alla cultura e ha un obiettivo molto ambizioso: liberare il potenziale, superare gli immobilismi e abbattere gli steccati che sembrano bloccare la cultura in schemi consolidati e fare di Milano la capitale internazionale della nuova cultura.

 

Vivaio meets Culture (3 dicembre a partire dalle 19.30, presso Blend Tower - Milano) sarà l'occasione per conoscere due innovativi progetti - lo scouting è a cura di Vivaio - dedicati a nuovi modi di fare, consumare e anche comprare arte. Due progetti che, in vista di Expo, si caratterizzano per vocazione internazionale e volontà di partecipazione e di vivere l'arte in città.

 

I due progetti si inseriscono all'interno della visione di Stefano Cazzaro e promossa da Vivaio "Hack the culture": la volontà di fare di Milano un centro internazionale che ospita, promuove e dà voce e spazio alla voglia di cultura in forme nuove e, nel caso, sostiene i progetti più innovativi nel violare le regole comuni e i modelli prestabiliti.

 

I progetti presentati saranno:

Art Night Out, di Nina Stricker (Fair Director di Affordable Art Fair Milan)

Il progetto prende spunto dall'esperienza di Affordable Art Fair, una fiera d'arte internazionale che da 5 anni promuove apertura e democratizzazione dell'arte, oltre che inclusione a accesso a chiunque.

Art Night Out vuole essere un progetto a rete che coinvolge luoghi dell'arte, artisti, curiosi e appassionati in una sorta di maratona alla scoperta (o riscoperta) di quello che la città può offrire. Una rete di oltre 50 "luoghi" - gallerie, atelier di design e studi d'artista - che sono spesso al di fuori dei circuiti tradizionali dove conoscere la produzione di artisti giovani o  non conosciuti. Ma anche la possibilità di diffondere arte, anche attraverso la promozione del gusto a comprare arte, a prezzi accessibili. Il primo appuntamento con Art Nighti Out sarà il prossimo 20 marzo 2015, a partire dalle 19. Presentazioni, mostre, eventi e opere in vendita a prezzi accessibili, fino a un massimo di 6mila euro.

MI-usic (Milano ti ascolta) di Francesco d'Acri (musicista) e Arianna Ricotti (event manager). MI-usic è un progetto che nasce dalla necessità di spazio vitale per la musica in città, e di spazio vitale come possibilità di visibilità e di emergere per artisti giovani o sconosciuti. Il progetto intende disseminare la città di "MI-usic corner" (formali e informali, su strada, all'aperto, in casa, laddove possibile). Durante Expo i MI-usic corner saranno il set di un MI-usic contest, un vero e proprio live talent show dal basso dove ognuno può suonare e ognuno può votare. Un'app supporterà gli aspiranti artisti nell'organizzazione delle performance e anche gli utenti potranno accedere, votare in modalità geolocalizzata, conoscere gli artisti, consultare il calendario di MI-usic. La votazione avviene con un collaudato sistema di assegnazione stelle e le classifiche aggiornate in tempo reale saranno accessibili a tutti.

Una platea selezionata di esperti, opinion former, artisti e addetti del settore parteciperà attivamente alla presentazione con nuove idee, progettualità e indicazioni affinchè i due progetti contribuiscano fattivamente a fare di Milano una capitale internazionale della nuova cultura

 

Parteciperanno tra gli altri:

Lorenzo Castellini founder di Esterni - Milano Film Festival

Marco Corradino founder di Bravo Fly

Caroline Corbetta curatrice artistica Expo Gate

Pietro Martani founder di Halldis - Copernico

Claudio Bedino founder starteed

Alessandro Fracassi founder di Mutui on Line Spa

Alessandro Settepani founder della Beat Rude Records di Londra

Nanni Zedda CEO Brain & Heart

Alberto Passi presidente ass. Ville Venete

Nini Briglia

Babette Riefenstahl

Andrea Pezzi

 

 

Come partecipare

L'appuntamento con Vivaio meets Culture è per mercoledì 3 dicembre a partire dalle 19.30.

L'incontro si svolge presso la Top Lounge Blend Tower Piazza IV Novembre, 7  - Milano www.blendtower.it.

Per partecipare è necessario acquistare il biglietto - che include "relationship dinner" - su plonge.com scegliendo "Vivaio meets Culture" al costo di 25 euro. I posti sono limitati.

 

Durante il convivium avremo il piacere di degustare:

FIOL è un prosecco che unisce la più alta tradizione vinicola italiana con una vocazione internazionale. FIOL vuole trasmettere: la gioia di stare insieme, il piacere di un buon bicchiere di vino, la voglia di assaporare ogni attimo con il giusto entusiasmo.

Web www.fiol.it


Per il 2015 Vivaio torna con un nuovo calendario di appuntamenti della serie Vivaio meets.
Maggiori informazioni: www.expop.org

Informazioni su Vivaio e gli incontri "Vivaio meets..."

 

Vivaio è l'associazione non profit che promuove la ricerca e la valorizzazione di proposte visionarie in grado di modellare il modo di vivere, produrre e fare comunità che da Milano hanno l'ambizione di diventare un patrimonio globale.

"Vivaio meets..." identifica un calendario di incontri per lo scouting di nuovi progetti in vista della quarta edizione di Expop, che si terrà nel 2015.

Expop è il contenitore in cui Vivaio - già a partire dal 2012 - rende pop Expo; mentre l'Esposizione Universale è una vetrina di Nazioni che propongono la loro visione sul tema

 

del 2015, Expop dà voce e luce alla creatività delle persone, cercando di contribuire a fare diventare l’edizione del 2015 la prima “Expo Social” della storia.

 

L'edizione 2014 di Expop, che si è tenuta a giugno, ha riscosso un grande successo, sia in termini di progetti presentati - 23 progetti di cui 10 provenienti da tutto il mondo -, che di partecipazione da parte di cittadini e istituzioni. Expop 2014 è stata una grande occasione di anticipare nuove visioni. L'idea di un servizio di scooter sharing per Milano, che ha vinto il primo premio, è ora allo studio di fattibilità da parte del Comune e numerose altre visioni - come il taxi rosa, l'uso innovativo degli spazi verdi e la promozione dell'arte e della musica all'aperto - trovano riscontro in tante iniziative che si stanno attivando a livello internazionale.

_______________________

Info su Expop e l'Associazione Vivaio

EXPOP è una straordinaria vetrina di idee e progetti di impatto sociale e mediatico.

 

VIVAIO- Expop è un’iniziativa di Vivaio, associazione costituita nel 2012 attraverso una selezione di personaggi emergenti nel mondo della cultura e dell’imprenditoria, tutti nati tra la fine degli anni ‘60 e la fine dei ’70. Lo scopo è quello di concepire e di supportare iniziative che possano rendere Milano protagonista a livello internazionale. Il direttivo di Vivaio è costituito dal fondatore di Mutui On Line Alessandro Fracassi, dall’artista italo-svedese Duilio Forte, dalla designer berlinese Babette Riefenstahl, da Tomaso Pisapia dell’omonimo studio legale e da Andrea Zoppolato che al suo ritorno in città, dopo anni trascorsi a Berlino, ha fatto partire l’iniziativa coinvolgendo personaggi emergenti in ogni settore.

Tra coloro che fanno parte di Vivaio ci sono: la docente e consulente Silvia Vianello, le artiste Tamara Ferioli, Letizia Gambi e Antonella Trapasso, gli imprenditori Umberto Malesci, Jacopo Muzina, Federico Lessio, Cristina Pepe, Pietro Martani, Marco Torchio, Emanuela Donetti, e Alessandra Guffanti, Valentino Magliaro, i professionisti Giacomo Biraghi, Silvia Vianello, Franz Bergonzi, Arianna Ricotti, Danilo Mazzara, Luca Bianchetti, Michele Zanoni, Maria Barzon e Alvise De Sanctis, i manager Antonella Tagliabue, Alessandro Settepani, Ugo Poletti, e Margherita Pagani, i giornalisti Enrico Verga, Giacomo Zucco e Guido Romeo, la commercialista Deborah Setola, le curatrici d’arte Martina Mazzotta e Alessandra Klimciuk, esponenti della comunità internazionale come Christina Vrabtcheva, Sydney Lukee, Michela Kim e altri ancora.

---------------------------------------------------------------------------------------

Antonella TAGLIABUE
Managing Director & Senior Advisor
UN-GURU® 
unique value consulting solutions


E-mail: a.tagliabue@un-guru.com
Mobile: +39 3339274531

Skype: antonella.tagliabue.un-guru
P.zza Castello 19 20121 Milano MI

Tel. 0039 02 30310564
Twitter @AntonellaT10


Web: 

www.un-guru.com

UN-GURU Network è presente su: 
www.linkedin.com
www.viadeo.com
www.facebook.com 
www.twitter.com

Un-Guru® è una innovativa società di consulenza strategica di direzione

per la valorizzazione, lo sviluppo e la sostenibilità di imprese, prodotti e idee.

Un-Guru è opinion maker riconosciuto con numerose pubblicazioni 
su vari media, tra cui Il Sole 24 Ore, Metro, Modus Vivendi, Digitalic, 
e come relatore e moderatore in convegni e seminari.
Un-Guru è un marchio registrato.
--------------------------------------------------------------------------------------
Sii smart, pensa all'ambiente: non stampare questa e-mail se non necessario.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl