notizie dal mondo 1-15 gennaio 2007

18/gen/2007 13.30.00 indipendenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

www.rivistaindipendenza.org

info@rivistaindipendenza.org

in "Ultime notizie dal mondo" (sul sito)

Dal blocco di "Notizie dal mondo"

1-15 gennaio 2007:

 

a) Somalia / Etiopia. Il nuovo fronte aperto dagli Stati Uniti nel Corno d’Africa non è così chiuso come potrebbe sembrare, nonostante la schiacciante superiorità militare dell’asse etiopico/statunitense. Cfr. 1, 2, 3, 5, 7, 8, 11, 13, 15.

b) Euskal Herria. L’esecutivo spagnolo dichiara la fine dei negoziati per una soluzione politica nei Paesi Baschi. Sarà proprio così? Intanto il punto sulla situazione con dichiarazioni di Batasuna ed ETA. Scarrellata di notizie al 3, 4, 8, 10, 11, 14, 15.

c) Iraq. Uno sguardo alla cosiddetta "nuova" strategia dell’amministrazione Bush nel paese arabo occupato con relative reazioni (12). Poi un bilancio della "missione" italiana al seguito dell’alleato/padrone statunitense. Un’inchiesta puntualizza dati interessanti (12). Quindi news sull’esecuzione di Saddam (3). Per altro ancora, vedere al 4, 7, 8, 14.

 

Sparse ma significative:

 

· Israele / Palestina. Stati Uniti e Israele investono nella guerra civile palestinese (cfr. 6 e 13) e Mahmud Abbas (Abu Mazen) continua a prestarsi compiacente (7). Intanto la colonizzazione prosegue (9 e 10), nasce un movimento giovanile israeliano per la «pulizia etnica» dei palestinesi in Cisgiordania (9) e si parla di utilizzare il nucleare contro l’Iran (8). Singolare coincidenza d’intenti con Washington (cfr. USA. 13)

· Venezuela. Dopo la riconferma, Chávez punta a rafforzare la sovranità nazionale per una prospettiva socialista e preannuncia nazionalizzazioni che mandano su tutte le furie Washington (cfr. 9 e 13). In Bolivia, Morales persegue strade analoghe (cfr. il 5 per le nazionalizzazioni), ma deve fare i conti con spinte non nascostamente filo-USA di certi governatori (cfr. 14). E intanto replica, visto su visto, a Washington (1).

· Bielorussia / Russia. La questione energetica e gli interessi geostrategici ad essa connessi ricordano che le ambizioni imperiali, in questo caso moscovite (con buona pace della "fratellanza euroasiatica" con la sorella Bielorussia), non guardano in faccia a nessuno.

Tra l’altro:

Irlanda del Nord (4 gennaio).

Corsica (4 gennaio).

Libano (10 gennaio).

Cina (5 gennaio).

Nicaragua (10 gennaio).

Nepal (15 gennaio).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl