L'Italia non si U.$.A.

22/gen/2007 15.10.00 Gioventù Europea Trieste Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Trieste, 22 gennaio 2007

Comunicato stampa con cortese preghiera di pubblicazione

Il previsto allargamento della base USA di Vicenza ha ribadito, una volta in più, il ruolo di colonia che ricopre il nostro pase.
L'Italia è di fatto un paese a sovranità limitata: 113 insediamenti militari americani occupano la penisola. Senza dimenticare la completa dipenenza politica ed economica nei confronti del "sovrano" di oltreoceano.
Non una voce, se escludiamo le proteste "funzionali" della sinistra di governo, si è alzata contro questo ennesimo atto di occupazione.
E' bastato l'ordine e i lacchè di Washington sono scattati in piedi al grido "Obbedisco!".
Un'Italia e un'Europa (ben consci che l'una senza l'altra valgono come il due di picche) che vogliono rivestire un ruolo di Grande potenza
non devono più sottostare ai dettami degli Stati Uniti. Devono poter avere una politica estera, economica ed interna libera ed indipendente.
Vogliamo in oltre sottolineare il desolante panorama interno italiano. Le forze che si definiscono "alternative" sono pronte all'ennesimo sconto "fratricida", in quel di Livorno (in concomitanza con il Giorno del Ricordo), per l'ennesima rievocazione della Seconda Guerra Mondiale, secondo una recita già vista e rivista, senza rendersi conto che il gioco degli opposti estremismi rafforza proprio quel "sistema" contro il quale entrambe si autodefiniscono.

Marco Bagozzi
Gioventù Europea Trieste
getrieste@email.it - http://xoomer.virgilio.it/getrieste

----
Email.it, the professional e-mail, gratis per te: clicca qui

Sponsor:
Il tuo pc non fa esattamente tutto quello che vorresti? Non perderti il Cd-Rom "Segreti del Registro di Sistema" con trucchi e spiegazioni su come migliorare Windows.
Clicca qui

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl