Andrea in Sanità: "Io, il mio Diritto alla Salute lo Vedo Cosi'..."

22/mar/2007 14.20.00 Associazione Italiana Genitori A.Ge. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

 Il Premio Andrea per la Qualità in Sanità,

un’iniziativa dell’A.GE. per il diritto alla salute dei bambini

 

Roma, 22 marzo 2007 - Promuovere la qualità della vita del bambino in ogni aspetto della sua esistenza quotidiana, in primo luogo in relazione al suo diritto alla salute. Con questo obiettivo prende il via l’11^ Edizione del Premio Andrea per la Qualità in Sanità, l’iniziativa promossa dall’Associazione Italiana Genitori A.Ge. al fine di diffondere tra i bambini e i ragazzi la cultura dei diritti alla salute.

 

Si tratta di un premio prestigioso, attesissimo dalle scuole. Basti dire che l’Edizione 2006 del Premio Andrea per la Qualità in Sanità ha visto la partecipazione di oltre 200 scuole, appartenenti a ogni ordine e grado e provenienti da tutto il territorio nazionale, per un totale di oltre 1300 lavori esaminati dalla Commissione del Concorso.

 

Io il mio Diritto alla Salute lo vedo così...”. Questo il titolo del Concorso che si rivolge a tutti i bambini e i ragazzi delle scuole materne, elementari, medie, nonché degli istituti superiori e ha l’obiettivo di promuovere il concetto di salute quale bene da possedere e da preservare, sia nei propri confronti, sia nei confronti di tutti i bambini del mondo.

 

Il Premio Andrea per la Qualità in Sanità, organizzato con il Patrocinio del Ministero della Salute e del Ministero della Pubblica Istruzione, è promosso dall’A.Ge. insieme al Network “Gli Ospedali di Andrea”, una rete di strutture per l’assistenza sanitaria in area pediatrica che operano nelle diverse realtà del nostro Paese. L’iniziativa -organizzata in collaborazione con l’Associazione Ospedali Pediatrici (AOPI), Cittadinanzattiva, la Rete Italiana degli Ospedali per la Promozione della Salute (HPH), l’Associazione “Scienza e Vita” di Palermo  e il Centro di Servizi per il Volontariato CESVOP di Palermo- si inserisce tra le manifestazioni del Progetto Andrea, che persegue l’obiettivo di valorizzare la qualità della vita del bambino in ogni ambiente della sua esistenza quotidiana.

 

Il Premio Andrea in Sanità -sottolinea Maurizio Salvi, Presidente Nazionale A.Ge.- si propone di sviluppare, nelle giovani generazioni, una coscienza viva e responsabile sul tema della salute e delle differenti problematiche ad essa inerenti. Tutto ciò in relazione sia alla propria situazione personale, sia alle situazioni altre da sé, attraverso una riflessione attenta e partecipativa in merito alla condizione di tanti bambini colpiti da serie patologie e costretti a vivere in realtà non-familiari, così come alla condizione di altrettanti bambini che, in diverse aree del mondo, ancora oggi sono privi di qualsiasi diritto e tutela per quel che riguarda la loro salute”.

 

Il Progetto vuole essere, inoltre, la realizzazione di un sogno, quello di riportare tutti i bambini e le loro famiglie al centro dei processi di cura e di assistenza. In altri termini, vuole rappresentare un patto di solidarietà che coinvolge i bambini e i ragazzi, i genitori e i nuclei familiari, le strutture assistenziali e gli operatori sanitari, la scuola, il mondo istituzionale e le realtà di volontariato nell’impegno comune a migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria in area pediatrica e a promuovere relazioni più umane tra tutti gli attori impegnati quotidianamente nel processo assistenziale ai piccoli pazienti.

 

         <<Il Concorso Andrea in Sanità- conclude il Dott. Salvi - si propone anche l’obiettivo di  indirizzare                     le strutture ospedaliere, i medici e tutti gli operatori sanitari verso una pediatria sempre più “a                 misura di bambino”, vale a dire il più possibile attenta  e in sintonia con le molteplici necessità                     di tutti i ragazzi che si trovano a fronteggiare  una patologia nel corso del proprio processo                             di  crescita, fisica, umana e intellettiva.>>

 

L’iniziativa -cui è possibile partecipare singolarmente, oppure in gruppo- prevede quattro Sezioni in gara: Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I grado e Scuola Secondaria di II grado; la partecipazione è, altresì, aperta alle Associazioni dei Genitori, alle Associazioni di volontariato e di cittadinanza attiva il cui impegno quotidiano si rivolge all’età evolutiva. Molteplici le modalità di approccio e di interpretazione ammesse: dai semplici e classici cartelloni e disegni, sino alle poesie, ai saggi brevi e ai racconti, per giungere infine a vere e proprie produzioni multimediali come spot, video e cortometraggi.

 

 

L’invio dei progetti dovrà avvenire entro il 5 maggio 2007.

 

 

Per ogni ulteriore informazione sul Premio Andrea per la Qualità in Sanità e sulle modalità di partecipazione è possibile consultare il Bando di Concorso pubblicato sul sito www.age.it.

 

É, inoltre, possibile contattare la Segreteria Organizzativa del Concorso:

 

A.Ge. Palermo/ Camilla Bianco
Scuola IPSSAR “Paolo Borsellino”
Piazza Bellissima 3

90146 Palermo

Tel. : 091 6710933

Fax : 091 6716864
Cell. : 3470773498
e-mail: agepalermo.pr@libero.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl