La libertà di educazione è un problema di tutte le famiglie.

E' quanto sostiene l'Associazione Genitori Scuole Cattoliche di Milano, nell'esprimere gratitudine ai Vescovi della Lombardia che in occasione della 25° edizione della Marcia della Scuola Cattolica "Andemm al Domm" hanno voluto assicurare il loro sostegno alle famiglie e alle scuole cattoliche e di ispirazione cristiana.

23/mar/2007 18.00.00 Associazione Genitori Scuole Cattoliche - Milano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E’ quanto sostiene l’Associazione Genitori Scuole Cattoliche di Milano, nell’esprimere gratitudine ai Vescovi della Lombardia che in occasione della 25° edizione della Marcia della Scuola Cattolica “Andemm al Domm” hanno voluto assicurare il loro sostegno alle famiglie e alle scuole cattoliche e di ispirazione cristiana.

 

Il Presidente provinciale dell’Agesc, Stefano Portioli ha dichiarato:

 

Oggi assistiamo ad un sistema scolastico oppresso da spinte corporative caratterizzate da posizioni ideologiche illiberali. Di fatto non si riconosce il ruolo pubblico delle Scuole Paritarie e non si garantisce alle famiglie la libertà di educazione senza vincoli di carattere economico.”

 

“Tutto questo però non aiuta le Scuole di Stato a uscire dalla profonda crisi in cui si trovano. Solo un sistema scolastico in grado di offrire una pluralità di esperienze può dirsi realmente libero e democratico e favorire la crescita di tutti, nella libertà di educare.”

 

“Come laici e cittadini siamo impegnati a proseguire con più determinazione questa battaglia di libertà che finalmente trova consensi crescenti in vaste aree della società civile.”

 

 

Associazione Genitori Scuole Cattoliche - Milano

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl