Ercolano/Il nuovo trenito e stazioni devono essere accessibili

25/mar/2007 17.00.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Alfredo Capasso, responsabile della sede Campana del Fiaba (Fondo Italiana
Abbattimento Barriere Architettoniche)domani chiederà un incontro
urgentissimo al Sindaco Nino Daniele sul condivisibile progetto del trenino
a cremagliera che ritornerà sul Vesuvio, perchè gli interventi oltre a
rispettare la compatibilità ambientale. E, oltre al buon senso..., ci sono
leggi da rispettare. In primis, trenino, stazioni e parcheggi devono essere
accessibili a tutti i cittadini.
La richiesta del Fiaba in base al protocollo d'intesa sottoscritto lo scorso
24 novembre dal Sindaco Daniele e dal Responsabile del Fiaba Capasso;
documento che ha l'obiettivo, tra l'altro, di "impedire il sorgere e la
diffusione di nuove barriere culturali e fisiche anche attraverso processi
atti a fondare una cultura diffusa di pari opportunità per tutti ed inoltre
stimolare ed incentivare la nascita di nuovi spazi servizi e trasporti
accessibili e fruibili dai cittadini".
Inoltre Capasso chiede al professor Ennio Cascetta, assessore ai trasporti
della Regione Campania, di potenziare il servizio di bus ad Ercolano dove
moltissime zone cittadine continuano a non essere servite dai mezzi di
trasporto pubblico. Grazie all'arrivo, dal prossimo mese di giugno, dei
primi 250 nuovi autobus, acquistati dalla Regione Campania con 290milioni di
euro. I responsabili del Fiaba, non vorrebbero che si arrivasse sul Vesuvio
con il trenino ecologico, e poi costringere i residenti delle aree cittadine
vicino all'Autostrada Na-Sa ad utilizzare automobili e motociclette per
raggiungere, ad esempio,la zona degli Scavi di Ercolano, come attualmente
fanno perchè mancano autobus dell'Anm.
L'Ufficio stampa
Fiaba sede Campania
3398697687



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl