Rassegna

Progetti stupefacenti, ma su cui non sembra ancora siano state prese in considerazione le metodologie di eliminazione delle barriere architettoniche.

29/mar/2007 09.10.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
"Il Mattino" del 27/3/2007

Luisa Del Sorbo

CASTELLAMMARE. Le stazioni di Stabia bocciate dall'associazione nazionale
«Fondo italiano abbattimento barriere architettoniche» e parte sul
territorio l'osservatorio sull'accessibilità di strutture e servizi pubblici
per i diversamente abili. «Da circa un mese - dice Alfredo Capasso,
responsabile regionale dell'associazione "Fiaba" - abbiamo richiesto un
incontro al sindaco Vozza e alla giunta sui progetti messi in campo per
creare nuovi stazioni della circumvesuviana. Progetti stupefacenti, ma su
cui non sembra ancora siano state prese in considerazione le metodologie di
eliminazione delle barriere architettoniche. Attualmente la maggior parte
delle stazioni stabiesi sono off limits ai disabili e non vogliamo che si
verifichi lo stesso con i nuovi progetti. Ecco perché abbiamo richiesto un
incontro al sindaco, ma da un mese continua a trattarci con indifferenza.
Entro questa settimana chiederemo un intervento alla Regione sul caso, come
autorità preposta al controllo e all'approvazione del progetto di mobilità
stabiese». Alla protesta scritta hanno aderito anche l'Acusp, associazione
contribuenti utenti servizi pubblici, assoutenti della Campania e il
«Punto», centro studi per la mobilità sostenibile. Sul caso però si dichiara
sensibile al problema e aperto al dialogo il vice sindaco stabiese. «Gli
appelli di queste associazioni non sono cadute nel vuoto - precisa Paolo
Pisciotta, vice sindaco con delega all'urbanistica - al più presto saranno
coinvolti in un incontro tecnico. Siamo aperti al confronto e ai
suggerimenti, ma ora il progetto delle nuove stazioni di Stabia è alla fase
programmatica. Appena arriveremo alla parte progettuale e quindi tecnica, le
associazioni avranno le garanzie che cercano. Comunque ci tengo a
tranquillizzare da ora gli utenti: le nuove stazioni non avranno barriere
architettoniche».




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl