Apice/Pietrelcina in campo l'acusp

19/apr/2007 00.20.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
18/04/2007
Il Mattino/Benevento
TRASPORTI
Apice, petizione per l'ingresso nel consorzio UnicoCampania
Trasporti pubblici locali, l'Acusp (associazione contribuenti e utenti dei
servizi pubblici) scende sul piede di guerra, con due diverse iniziative. Ad
Apice, su iniziativa del coordinatore dell'associazione Michele Fonzo, è in
corso una petizione popolare perché anche il paese venga inserito nel
consorzio "UnicoCampania". «Attualmente - spiega Fonzo - gli utenti di Apice
devono pagare due abbonamenti per utilizzare i mezzi di trasporto pubblico
dal paese a Benevento e ritormo. Precisamente per utilizzare i pullman della
ditta Mazzone Bruno e poi gli autobus urbani dell'Amts». La petizione sarà
consegnata al sindaco di Apice Raffaele Giardiello, all'assessore regionale
ai Trasporti Ennio Cascetta, al direttore dell'Acam (Agenzia campana per la
mobilità sostenibile) Domenico Mazzamurro e al direttore del consorzio
UnicoCampania Antonietta Sannino. Invece Saverio Formichella, responsabile
Acusp di Pietrelcina e Benevento, ha preannunciato che chiederà un'audizione
al presidente della IV Commissione Trasporti della Regione Campania Pasquale
Sommese, perchè venga applicata la legge 3/2002 (Riforma del trasporto
pubblico locale) che prescrive la creazione di consorzi fra le numerosissime
aziende private che continuano ad operare singolarmente, a differenza di
quanto programmato dalla Regione. «Ciò crea disagi fra gli utenti che
denunciano disservizi, e non consente - spiega Formichella - l'istituzione
del biglietto UnicoCampania dal momento che come ad Apice in moltissime aree
di Benevento si continuano a pagare più biglietti proprio perchè le aziende
private sono numerosissime».






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl