Centro Studi "il punto"/ Appello a non scioperare all'ANM

21/apr/2007 14.49.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il Centro Studi "il punto" per la Mobilità Sostenibile lancia un appello
alla Faisa-Cisal, affinchè revochi lo sciopero proclamato per domani a
Napoli.
La mancanza dei mezzi pubblici nella domenica ecologica, creerebbe enormi
disagi agli Utenti; viaggiatori incolpevoli per i quali la Faisa-Cisal da
sempre si batte per un trasporto efficiente, efficace, ecologico, economico.
Obiettivo che il centro studi "il punto" condivide come testimoniano
manifestazioni comuni che hanno visto insieme Utenti e Autoferrotranvieri.
Tra gli stessi obiettivi con la faisa-Cisal, quello di una ordinaria ed
efficiente manutenzione affinchè bus, tram, filobus offrano servizi di
qualità e sicuri. In merito, il Centro Studi "il punto", con le associazioni
Acusp - Anida - Assoutenti - Fiaba - Lions Club Napoli Europa "Gianpaolo
Cajati" - L.I.D.U. - Pianeta Donna - Senza Barriere, ha già chiesto di
incontrare il Presidente e Direttore generale dell'Azienda Napoletana
Mobilità per fare il punto ed avere risposte su:
-guasti meccanici dei bus numerosissimi che si registrano quotidianamente e
quali programmi per migliorare il servizio che non può continuare a
bloccarsi per perdite d'olio da autobus, ad esempio.
-sull'accessibilità ai mezzi di trasporto pubblico, dal momento che i
cittadini diversamente abili lamentano la mancata apertura delle pedane,
nonostante che tram, filobus, autobus siano accessibili, come si evidenzia
dal logo dei disabili affisso sui parabrezza
-mancato utilizzo della trazione elettrica da parte dei filobus bimodali.
Guasti alla rete elettrica che bloccano la circolazione dei mezzi di
trasporto non inquinanti, come il tram Sirio; mentre sarebbe ora di
dismettere tram e filobus degli anni '60, tra l'altro non accessibili ai
disabili.
Il Centro Studi "il punto" per una Mobilità Sostenibile si batte fortemente
per un trasporto urbano efficiente, perchè potrebbe rappresentare una valida
alternativa ai mezzi di trasporto privato, liberando Napoli da smog e
polveri sottili (PM10)e riducendo il numero degli incidenti stradali che
continuano a registrare migliaia di vittime. Per questo, durante la
settimana mondiale per la sicurezza stradale, saranno raccolte firme per
centrare l'obiettivo della Carta Europea per la Sicurezza Stradale che è
quello di dimezzare
il numero dei troppi morti sulle strade.
Il Presidente del Centro Studi "il punto"
Dott Alfredo capasso
3398697687



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl