Qualiano/ Uffici postali KO. L'Acusp scrive al Ministro delle Poste

10/mag/2007 10.10.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)denuncia al
Ministro delle Poste i numerosi disservizi che si registrano a Napoli e
provincia. Ad esempio, a Qualiano dove "la posta - scrivono gli utenti -
rimane in giacenze o viene rimandata al mittente con conseguenze
immaginabili". Quali? Multe impagate, bollette mai recapitate con
conseguenti distacchi di utente domestiche ed anche industriali. La causa
del caosPoste? La presenza saltuaria del postino.
E non finisce qua. File stressanti davanti ai miningressi degli Uffici
postali, attese lunghissime per spedire anche la posta prioritaria con
disagi enormi per gli Utenti, la maggioranza anziani costretti a restar
impalati per ore per qualsiasi operazione agli sportelli. Altro che processo
di liberalizzazione,gli Uffici postali hanno mutato l'aspetto, ma in
negativo. Ed in più sono rincarate anche le tariffe.
L'Acusp, con Assoutenti della Campania chiedono l'intervento anche
dell'Autorità nazionale di regolamentazione del settore postale, creata per
"la regolamentazione - specifica il Ministero delle Poste- e verifica della
qualità del servizio". L'Acusp, intanto, ha istituito uno Sportello per
chiedere, su ricorso dell'Utente, risarcimenti per eventuali danni che
potrebbe il consumatore subire per i disservizi di Posteitaliane
(acusp@inwind.it, 3398697687)
Alfredo Capasso
presidente acusp
3398697687













blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl