Federfarma/ sciopero illegittimo. Acusp scrive alla Commissione di garanzia

12/mag/2007 16.49.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Lo sciopero dei farmacisti di quatro giorni è illegittimo perchè non c'è
stato il tentativo di Conciliazione (Federfarma - Regione) obbligatoria
davanti al Prefetto del capoluogo di regione, quindi di Napoli, nel caso
specifico della Campania (leggi 146/'90 e 83/2000). Richiesta di
convocazione inviata al Prefetto da Federfarma, come confermato dal
Presidente Michele Di Iorio, a cui non è seguita, però, la procedura di
raffreddamento del conflitto e di conciliazione da attivare, in modo
obbligatorio, prima della proclamazione dello sciopero. Per questo, l'Acusp
ha scritto alla Commissione Nazionale di Garanzia.
Inoltre, per l'Acusp "Quattro giorni di sciopero" nei servizi di pubblica
utilità, qual è la Sanità, non sono accettabili dal momento che in altri
settori, come i trasporti, lo sciopero è massimo di 24 ore, proprio perchè
sono settori Utili a tutti i cittadini. Nè può essere giustificato uno
sciopero di 96 ore continue, perchè Federfarma garantirà i servizi
indispensabili. Le leggi ci sono e devono essere rispettate, mentre qui
vanno sempre più di moda gli appelli ed inviti ad Autorità nazionali che
proprio perchè esistono le leggi ben poco posso fare, tra l'altro.
L'Acusp, infine, sollecita la Regione a mantenere fede ad accordi
sottoscritti ed a rimborsare i farmacisti in tempi brevissimi, perchè non
tutti i cittadini hanno la possibilità di pagare per quattro giorni i
necessari farmaci e ciò potrebbe compromettere il diritto alla salute degli
stessi.
Il Presidente dell'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)
dott Alfredo Capasso
3398697687





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl