Adiconsum Varese: protocollo sui mutui siglato con l'Abi

Che cosa dice l'accordo che interessa 3,5 milioni di mutui e tutti mutui contratti da persone fisiche.

13/mag/2007 14.10.00 Notiziario delle associazioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
(Pubblicato a cura del Notiziario delle associazioni www.notiziariodelleassociazioni.it )
 
Adiconsum Varese
Via B. LUINI, 5   21100 VARESE                  tel 0332 283654 fax 0332 240579    adiconsum.varese@cisl.it
Via CAIROLI, 7 21052 BUSTO ARSIZIO    tel 0331 679768 fax 0331 321891     adiconsum.bustoa@cisl.it
 
MUTUI
 
Protocollo Abi-Associazioni Consumatori
 
Le istruzioni d’uso e il servizio del “Conteggio personalizzato” di Adiconsum.
Che cosa dice l’accordo che interessa 3,5 milioni di mutui e tutti mutui contratti da persone fisiche.
A) Per i mutui stipulati prima del 1° gennaio 2001 (fissi, variabili, misti)
Sono questi i mutui che possono essere maggiormente interessati da una possibile estinzione anticipata. Molti dei tassi d'interesse sui mutui a tasso fisso, infatti, sono ancora all'8%.
L'accordo prevede per tutti questi mutui (siano essi a tasso fisso, a tasso variabile, a tasso misto), che la nuova penalità massima non potrà più superare lo 0,50%. Inoltre, nel caso in cui il mutuo sia prossimo alla scadenza del terz'ultimo anno, la penalità è dello 0,20, mentre per gli ultimi due anni non è prevista alcuna penalità.
È prevista inoltre una clausola di salvaguardia che prevede per quei casi che già oggi sono al di sotto dello 0,50% o prossimi a tale soglia una riduzione comunque dello 0,20% nel caso di tasso fisso, e zero nel caso di mutuo a tasso variabile.
B) Per i mutui stipulati dopo il 1° gennaio 2001
Per questi mutui, più recenti, l'accordo prevede;
  • per i mutui a tasso variabile: restano le condizioni precedenti e cioè dello 0,50%-0,20% e zero per gli ultimi due anni, così come permane la clausola di salvaguardia;
  • per i mutui a tasso fisso la penalità viene ridotta all'1,90% nel caso in cui l'estinzione anticipata avvenga nella prima metà di durata del mutuo, e all'1,50% per la seconda metà del mutuo. Inoltre anche per questi, nel terz'ultimo anno la penalità scende allo 0,20% ed è a costo zero per gli ultimi due anni;
  • per i mutui a tasso misto, se la possibilità di passare dal tasso fisso al variabile o viceversa è inferiore a 2 anni, le penali previste sono quelle del tasso variabile (0,50%-0,20%-0,0%); se la possibilità di variare il tasso ha una periodicità superiore i due anni, le penali sono quelle previste per i fissi (1,90%-1,50%-020%-0,0%).
Per i mutui a tasso fisso, stipulati dopo il 1° gennaio 2001, è prevista una clausola di salvaguardia, per assicurare una riduzione anche a coloro che avessero delle penalità al di sotto o prossime alla soglia stabilita dall’accordo.
Per questi mutui la riduzione è dello 0,25% nel caso di penalità contrattuali superiori all’1,25% e dello 0,15% nel caso di penalità contrattuale inferiore all’1,25%.
Per quelli a tasso variabile, stipulati sempre dopo il 1° gennaio 2001, resta la salvaguardia dello 0,20%.
Comitato
L'accordo prevede la costituzione di un Comitato apposito con rappresentanti dell'Abi e delle associazioni consumatori, che verificherà l'attuazione corretta dell'accordo e che potrà, trascorso l'anno, anche revisionare le condizioni dell'accordo stesso.
Inoltre i benefici devono essere applicati automaticamente e senza alcun costo (neppure di comunicazione). Per i mutui estinti dopo il 2 febbraio 2007 fino ad oggi le maggiori somme versate dovranno essere rimborsate sulla base del nuovo ammontare delle penali.
 
1
 
 
 
Alcune istruzioni per l’uso
Prima di decidere l’eventuale estinzione anticipata è opportuno valutare attentamente i costi e i possibili vantaggi:
1. Ad es: L’estinzione anticipata può essere conveniente per i vecchi mutui con tasso di interesse del 9%.
2. L’estinzione non è invece conveniente per chi ha stipulato un mutuo a tasso fisso in euro, poiché gli attuali tassi sono certamente superiori a quelli del passato.
Un’alternativa all’estinzione anticipata: la rinegoziazione
In questo caso è opportuno, prima di presentarsi allo sportello della propria banca, disporre di offerte di mutuo più vantaggiose di altre banche e quindi esercitare un potere negoziale per ottenere un tasso d’interesse più conveniente.
Il conteggio personalizzato: un servizio offerto da Adiconsum
Per poter calcolare con precisione le penalità sul proprio mutuo alla luce dell’accordo sono indispensabili alcuni dati: importo del mutuo; ratei pagati, durata, tipologia (fisso, variabile, misto), ecc..
Per richiedere il “conteggio personalizzato” è necessario rivolgersi all’Adiconsum territoriale.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl