STAMPA - LE ONG ITALIANE SCRIVONO A PRODI, ASPETTIAMO GIUSTI SEGNALI

Oggi l'Associazione ONG italiane ha scritto ufficialmente al Presidente del Consiglio Romano Prodi inviandogli l'Appello al Governo italiano in materia di aiuto ai Paesi in Via di Sviluppo (APS).

15/mag/2007 08.49.00 Volontari nel mondo - Focsiv Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                   COMUNICATO STAMPA

 

SPEDITO DALLE ONG ITALIANE

L’APPELLO AL GOVERNO 

"ASPETTIAMO DA PRODI I GIUSTI SEGNALI"

 

Roma, 15 maggio 2007. Oggi l’Associazione ONG italiane ha scritto ufficialmente al Presidente del Consiglio Romano Prodi inviandogli l’Appello al Governo italiano in materia di aiuto ai Paesi in Via di Sviluppo (APS).

 

Sergio Marelli, presidente dell’Associazione ONG italiane scrive “Questo nostro Appello deriva da una indagine che annualmente CONCORD - la nostra rete europea che rappresenta oltre 1.600 ONG  -  realizza in tutta Europa al fine di monitorare l’andamento quantitativo e qualitativo delle risorse allocate dai Governi della UE all’APS e del loro utilizzo.

In considerazione delle prossime scadenze istituzionali nazionali ed internazionali - quali la prossima riunione del GAERC - UE, il Vertice G7 finanziario, il Vertice dei G8, la definizione del DPEF 2008, la “minimanovra di bilancio” prevista per giugno - riteniamo opportuno inviarLe le nostre valutazioni e proposte che consideriamo essenziali nella definizione delle scelte che il Suo Governo dovrà assumere.”

 

Dai dati resi noti dal rapporto AID WATCH viene alla luce la preoccupante realtà delle risorse destinate dagli Stati Europei, e la posizione di fanalino di coda dell’Italia tra i paesi OCSE: l’Aiuto reale, escludendo cioè dal calcolo le cancellazione dei debiti a paesi come Iraq e Nigeria, è in percentuale di PIL pari ad un misero 0,11% (1.647 Milioni di Euro).

 

Si legge ancora nella lettera “I segnali positivi che il Governo da Lei presieduto ha voluto dare in questi mesi dimostrano la volontà di ridare priorità a queste politiche e così allinearsi al resto della comunità internazionale. Essi sono da noi riconosciuti ed apprezzati. Al tempo stesso, quali Organizzazioni che quotidianamente intercettano le necessità e le richieste delle popolazioni povere dei Sud del mondo, non possiamo esimerci dal richiedere che queste scelte assunte nella giusta direzione intrapresa siano urgentemente adeguate agli impegni vincolanti sottoscritti con la comunità internazionale.

Certi della considerazione che Lei vorrà rivolgere alle nostre richieste, condivise con tutti i nostri partner dei Paesi in Via di Sviluppo, restiamo fiduciosi di poter a breve plaudire alla coerenza degli atti di un Governo conseguenti con gli impegni internazionali e gli enunciati del suo stesso programma di governo presentato agli elettori ed ai cittadini italiani”.

 

Le richieste dell’Appello: destinare per il 2008 una quantità di risorse per l’APS significativamente superiore al 2007; definire e comunicare uno scadenzario certo per l’incremento delle risorse destinate all’APS; rendere maggiormente trasparente i bilanci pubblici in materia di cooperazione internazionale; porre fine alla pratica di “legamento dell’aiuto”.

 

·        Si allega l’APPELLO AL GOVERNO ITALIANO

 

Paola Amicucci

Ufficio Stampa Associazione ONG Italiane

email: ufficio.stampa@ong.it
Tel: 06 6832061 - 328.0003609; Fax: 06 6872373

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl