: c.a. Segretario Michele Gravano

06/giu/2007 10.20.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il Centro Studi "il punto" per la Mobilità Sostenibile protesta fortemnete
perchè la Regione Campania e le Ferrovie dello Stato non applicano più
"l'agevolazione tariffaria, circa il 50 per cento, riservata ai lavoratori
(residenti in Campania con contratto di lavoro dipendente presso imprese
private, cooperative ed enti pubblici e reddito lordo annuale non superiore
ai 18 mila euro)che si spostano in treno con cadenza settimanale o
bisettimanale verso le regioni Emilia-Romagna, veneto, Lombardia, Toscana,
Liguria e Piemonte. La condivisibile iniziativa, sollecitata nel giugno 2004
dal segretario regionale della Cgil Michele Gracano, è stata improvvisamente
bloccata dalla Regione Campania-Fs; provvedimento molto discutibile che ha
causato enormi disagi ai lavoratori che dallo scorso gennaio non hanno più
potuto usufruire della tariffa Fs agevolata, nonostante molti di loro
titolari di credenziali, rilascaite dalle Ferrovie dello Stato fino a giugno
2007. Il Centro Studi "il punto" ha già istituito uno sportello a favore di
questi lavoratori per la richiesta di risarcimenti danni (acusp@inwind.it,
cell 3398697687)
il presidente del centro Studi "il punto"
dott Alfredo Capasso
3398697687




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl