Capri/aliscafo/Le Istituzioni devono tutelarci

Non per quanto ha dichiarato il Sindaco, che, tra l'altro, ha subito avviato un'inchiesta, ma perchè si registra che o non ci sono regole precise o se ci sono non c'è personale preparato ad applicarle, oppure tecnici a bordo che non sono all'altezza di capire la gravità di cosa stia succedendo.

08/giu/2007 04.20.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Ennesima tragedia sfiorata, per Fortuna!
"parcheggiato" - denuncia il Sindaco di Capri - in un luogo a rischio, a
pochi metri da altre imbarcazioni e distributore di benzina>. Ecco, la
dichiarazione del primo cittadino è la cosa che sorprende di più, in
negativo. Non per quanto ha dichiarato il Sindaco, che, tra l'altro, ha
subito avviato un'inchiesta, ma perchè si registra che o non ci sono regole
precise o se ci sono non c'è personale preparato ad applicarle, oppure
tecnici a bordo che non sono all'altezza di capire la gravità di cosa stia
succedendo. Ciò non è ammissibile! Ed in tutti i tre casi, è gravissimo.
In buona sostanza, si può comprendere il caos creatosi a bordo, ma in questi
casi, le norme del codice della navigazione cosa dicono? Si deve invitare i
passeggeri e l'equipaggio ad abbandonare il natante o si deve ritornare in
porto sfiorando una strage come poteva succedere nel caotico scalo marittimo
di Capri? Insomma, NO all'improvvisazione. SI a viaggi sicuri e tranquilli
per la salvagauardia delle vite umane.
Per questo è indispensabile programmare lavori di ristrutturazione, di
ammodernamento di porti ed altre infrastrutture in tempi certi. Proprio per
evitare tragedie, perdite di vite umane. Promuovere corsi di formazione.

In Campania c'è la Legge 3/2002 della Regione che prevede l'adozione della
Carta dei Servizi e Consulte della Mobilità, proprio per evitare che Enti
Pubblici o Privati, Società di Trasporto comunichino numeri, date, costi
(relativamente allo stato dei natanti,al servizio offerto, ecc) buoni solo
per giocarli a lotto.
Carta dei Servizi, ad esempio, che manca nel trasporto marittimo del Golfo
di Napoli. Attualmente, solo Alilauro.it ha adottato il documento, dopo un
confronto con l'Acusp, che elenca standard di qualità da offrire ai
passeggeri. Mentre, il presidente dell'Acap Nicola D'Abbundo si è dichiarato
favorevole ad un incontro con l'Acusp per realizzare la Carta.
Risultato? Bisogna fare di più. E' l'ora di dati e programmazione certa! Chi
non accetta queste regole dia le dimissioni, perchè è fuori mercato, non è
management.
Il Presidente dell'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)
dott Alfredo Capasso
3398697687



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl