PIU' BUS SULLE STRADE:PER SALVARE VITE UMANE E COMBATTERE LO SMOG.

PIU' BUS SULLE STRADE:PER SALVARE VITE UMANE E COMBATTERE LO SMOG.

12/giu/2007 07.10.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
PIU' BUS SULLE STRADE:PER SALVARE VITE UMANE E  COMBATTERE LO SMOG. Acusp
chiede l'intervento dell'Assessore ai Trasporti della Provincia di Napoli
Mario Casillo, perchè venga potenziato il trasporto pubblico locale
nell'area nord di Napoli. Ad esempio, gli Utenti chiedono l'istituzione di
un pullman del Ctp che da piazza Garibaldi arrivi nell'area Asi di Giuliano
dove ci sono molte fabbriche ed industrie. Com'è indispensabile creare un
punto d'interscambio a Ponte Riccio tra Ctp e Trenitalia. Infatti, da questa
stazione ferroviaria di Giuliano sarebbe comodissimo raggiungere Napoli.
Non c'è più tempo da perdere. LO smog incalza ed uccide vite umane, alla
pari di incidenti stradali. Drammatici fenomeni che devono essere limitati,
combattuti con più bus ecologici in servizio. Nell'attesa dell'incontro
richiesto ripetutamente all'Assessore Casillo,l'Acusp, nell'ambito della
Giornata Nazionale dell'Utente del Trasporto Pubblico Locale, che ha già
ricevuto il patrocinio del Ministero dei Trasporti e l'adesione di Asstra
(Associazione Nazionale Trasporti), da domani,fino al prossimo 23
giugno,diffonderà "il punto" nelle stazioni ferroviarie, alle fermate dei
bus per comunicare dati riguardanti.
LA SICUREZZA STRADALE:
Le aziende di trasporto pubblico hanno dei livelli di incidentalità
bassissimi. Non a caso secondo un calcolo dell'UITP, l'associazione
internazionale dei trasporti pubblici, il trasporto pubblico locale è circa
20 volte più sicuro del trasporto individuale. Utilizziamo maggiormente
treni, bus e metro, per ridurre gli incidenti stradali, oltre il 67% dei
quali avviene in città.
PIU' BUS MENO SMOG
 Congestione (un autobus trasporta l'equivalente di 60 automobili); Consumo
di energia (Autobus e Tram consumano per ogni passeggero trasportato, 3-5
volte energia in meno); Inquinamento (Sotto l'aspetto ambientale si osserva
che 1 solo autobus di fine anni '80, Euro 0, inquina quanto 7 autobus di
oggi,motore Euro 3; i Tram producono 46 volte minor rumore rispetto alle
auto, e minor inquinamento atmosferico; gli Autobus 11 volte minor rumore
rispetto alle auto.
CORSIE RISERVATE
Eppure a fronte di questa realtà, che indica chiaramente che dare priorità
al trasporto pubblico dovrebbe essere una scelta quasi obbligata, nelle
principali realtà urbane le corsie riservate rappresentano appena il 4%
dello sviluppo totale della rete, considerando tutte le modalità di
trasporto pubblico. La percentuale di corsie riservate delle sole autolinee
si abbassa ulteriormente al 2,9%. Poche corsie ed invase da automobili e
motociclette che bloccano i bus, costringendo gli Utenti ad acquistare più
tickets orario. Come dire oltre al danno (ritardi in Ufficio a Scuola per
colpa del traffico, anche la beffa di spendere di più.)
CONSUMATORI
la spesa sostenuta per il trasporto pubblico locale è solamente il 2% della
spesa totale delle famiglie per trasporti. Il 5 % è sostenuta per altre
tipologie di trasporto pubblico (aereo, ferroviario), mentre il restante 93%
per trasporto privato  ed in particolare la  spesa media mensile familiare è
così ripartita: automobile privata : 304 euro - trasporto locale: 6,40 euro
MIGLIORARE L'OFFERTA
In Italia scontiamo un ritardo infrastrutturale notevolissimo rispetto al
resto d'Europa per quanto riguarda i trasporti  in sede propria come
metropolitane, tram e treni regionali e continuiamo ad investire troppo poco
per il ricambio degli autobus e le nuove tecnologie.

Sull'altro fronte, quello della domanda di mobilità, si dovrebbe stimolare e
favorire la mobilità collettiva attraverso una serie di strumenti, vediamone
alcuni:
. Si potrebbe usare la leva fiscale, rendendo detraibile la spesa per gli
abbonamenti, ovvero favorendo l'adozione del Ticket trasporto per i
lavoratori da parte delle imprese, vero e proprio ticket, con tutti i
relativi vantaggi fiscali,  per l'acquisto di titoli di viaggio sui mezzi
pubblici;
. Infine,  si dovrebbe far ricorso alle politiche di traffico a favore del
trasporto pubblico, come le corsie preferenziali, i parcheggi di
interscambio ed i semafori intelligenti, con molta più incisività di quanto
non si sia mai fatto a tutt'oggi. Per questo l'Acusp sta costituendo Gruppi
di Lavoro con le Aziende di Trasporto e programmando incontri con il Comune
di Napoli e Amministrazioni dell'hinterland partenopeo. Perché solo
istituendo Consulte sulla Mobilità, per affrontare a 360 gradi la
problematica Mobilità si potranno registrare risultati positivi e liberare
le Città dai veleni dei gas delle automobili e motociclette che sono mortali
per l'uomo.
. Iniziative singole e separate non sono utili. Ed i cittadini tutti sono
stanchi di promesse, ma vogliono che i punti pericolosi e le buche stradali,
ad esempio, che da anni sono conosciuti a tutti vengano eliminate
definitivamente. Altre mappe non servono, ma occorrono maggiori controlli
sulle società che effettuano la manutenzione stradale ed in caso di lavori
non effettuati a regola d'arte, la concessione deve essere ritirata e
inoltrata ad altra ditta. Così si salverebbero vite umane.
Il Presidente dell'Acusp
Dott Alfredo Capasso
3398697687






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl