Giuliano/Trenitalia/Soppressione treni protesta l'Acusp

Per quanto denunciato, L'Acusp ha già chiesto incontro a Trenitalia Campania contro la quale l'Associazione Contribuenti Utenti Servizi Pubblici sta promuovendo un ricorso collettivo dei pendolari titolari di abbonamenti dal momento che con il nuovo orario si registreranno danni economici e assistenziali.

12/giu/2007 07.12.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il nuovo orario di Trenitalia, ancora una volta penalizza i Pendolari.
Infatti, sono stati soppressi 2 treni, precisamente:



1)il Regionale Formia-Napoli Campi Flegrei in partenza da Giugliano alle
17.48

2) Metropolitana Villa Literno-Pozzuoli in partenza da Giugliano alle
18.23

Il risultato di quest' operazione è di penalizzare come al solito i
pendolari in quanto la situazione adesso è questa:

1) Metropolitana Villa Literno-Pozzuoli in partenza da Giugliano alle
17.21

2) Regionale Formia-Salerno in partenza da Giugliano alle 18.35

Prima del nuovo orario nella fascia di uscita dei pendolari dalle aziende
del polo ASI avevamo 4 treni tra le 17.23 e 18.35

adesso solo 2. Se poi si considera che il treno regionale solitamente
viaggia con 5-10 minuti di ritardo per cui tra le 17.21 e le 18.35 c'è quasi
1-30 di vuoto.
Per quanto denunciato, L'Acusp ha già chiesto incontro a Trenitalia Campania
contro la quale l'Associazione Contribuenti Utenti Servizi Pubblici sta
promuovendo un ricorso collettivo dei pendolari titolari di abbonamenti dal
momento che con il nuovo orario si registreranno danni economici e
assistenziali. Inoltre, l'Acusp protesta perchè non viene rispettata la
Carta della Mobilità che prevede la partecipazione e consultazione delle
associazioni dei consumatori accreditate relativamente ai servizi offerti da
Trenitalia che cala dall'Alto modifiche e nuovi orari che penalizzano la
Clientela. Inoltre, l'Acusp sollecita l'Assessore ai Trasporti della
provincia di Napoli a promuovere una Conferenza dei Servizi perchè venga
finalmente istituito un punto d'interscambio alla stazione di Ponte Riccio
tra Ctp e Trenitalia. L'Acusp annuncia iniziative e denunce presso la
Procura della Repubblica se non verrà potenziato realisticamente (e non con
continui, ripetitivi e spettacolari annunci)il trasporto collettivo. Non
vogliamo morire di smog, l'unica alternativa alle auto e moto (principale
fonte d'inquinamento)sono più bus, tram e metro per liberare le città dai
veleni dell'aria. I cittadini, I contribuenti, pretendono Più bus-meno auto,
anche per la sicurezza stradale per la quale devono essere spesi tutti i
soldi stanziati dall Regione Campania dal 2001 a Comuni e Province.
Il Presidente dell'Acusp
dott Alfredo Capasso
3398697687






Ciao



Nicola





------------------------------------------------------
Passa a Infostrada. ADSL e Telefono senza limiti e senza canone Telecom
http://click.libero.it/infostrada

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl