Lettera aperta a Walter Veltroni

Lettera aperta a Walter Veltroni Lettera aperta a Walter Veltroni Finita l'occupazione dei binari della stazione Tiburtina di Roma da parte di oltre 200 pendolari.

25/giu/2007 13.20.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Lettera aperta a Walter Veltroni
Finita l'occupazione dei binari della stazione Tiburtina di Roma da parte di
oltre 200 pendolari. Tutti denunciamo che i disagi arrecati ad altri
viaggitori e lavoratori di Fs, in questo caso, vanno condannati e che
protestare per il rispetto dei propri diritti non significa ledere quelli
degli altri. Giusto, quindi, quanto affermato dal sindaco di Roma, Walter
Veltroni.
"Anche le proteste - ha dichiarto Veltroni - devono essere misurate rispetto
ai disagi che ripercuotono nei confronti dei cittadini. In questo paese
bisogna ritrovare il modo di protestare che sia il meno insopportabile
possibile per la vita dei cittadini".
Un modo, Signor Sindaco, c'è. Quale? La partecipazione, l'ascolto dei
cittadini non deve essere più uno slogan prelettorale, ma devo rappresentare
la vera svolta della Politica. Se gli Amministratori Locali, i
rappresentanti del Governo sapranno ascoltare nei tempi giusti ed utili la
voce dei cittadini, consumatori, contribuenti e non caleranno dall'Alto (i
Governanti e gli Amministratori Locali) impopolari decisioni, vedrà che
l'occupazione dei binari, ad esempio, rimarrà solo un amaro e triste
ricordo.
Buon lavoro Walter, distinti saluti
dott Alfredo Capasso
presidente Acusp (associazione contribuenti Utenti Servizi Pubblici)
3398697687





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl