Rifiuti/Acusp a Bassolino: sanzionare le Società che non adottano la Carta dei Servizi

14/lug/2007 02.10.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Una legge per "costringere" le Aziende d'Igiene Urbana, come l'Asìa, ad
adottare la Carta dei Servizi ed attivarla in concreto, rispettando i
principi fondamentali che tutelano i diritti dei consumatori; tra i quali,
quello della partecipazione dei cittadini e rappresentanti dei consumatori e
contribuenti, per servizi di qualità. In mancanza, sanzioni contro le
Società inadempienti.
L'Acusp lo chiede al Presidente Bassolino che, ancora una volta, chiede la
collaborazione e partecipazione dei cittadini per superare l'emergenza
rifiuti ed avviare la raccolta differenziata. Il condivisibile e giusto
appello del Governatore della Campania potrà essere fatto proprio dalle
associazioni dei consumatori, contribuenti, se le Società d'Igiene Urbana,
effettivamente si confronteranno con gli Utenti. Diversamente, la
collaborazione dei cittadini non potrà mai attivarsi, come da tempo si sta
registrando.
La "Carta" dei Servizi:
-diritti e doveri degli Utenti;
-bonus sulla Tarsu per i condomini virtuosi che fanno più raccolta
differenziata,
-promozione dell'istituto della Conciliazione costituito da rappresentanti
delle associazioni dei consumatori e dirigenti dell'Asìa e altre Società del
settore, per esaminare eventuali reclami degli Utenti a cui bisogna
garantire risarcimenti danni se gli standard di qualità elencati dalle
Aziende, nella Carta dei Servizi, non vengono rispettati.
Ad esempio, mancato prelievo di rifiuti ingombranti,di cartoni ed
imballaggi, strade non spazzate e lavate,ecc)
Il Presidente Acusp
dott Alfredo Capasso
3398697687




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl