Provincia Di Na/ E' caos nei trasporti...Tempi duri x gli utenti

20/lug/2007 01.49.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Tempi duri, anzi durissimi per gli utenti del Trasporto Pubblico Locale.
Alla Circumvesuviana, gli scioperi saranno numerosissimi, se non si
risolvono le problematiche ( riportate dalla stampa) relative "agli inidonei
ed a stabilizzare l'organico". Temi "preelettorali" per i quali ora si
prospettano soluzioni diverse, ma soprattutto contradditorie, rispetto a
quanto era stato "programmato".
Staremo a vedere, ma la storia recente insegna che quando alla Circum non
c'è pax sindacale son dolori...
L'Acusp chiede:
- intervento della Regione,
- il massimo rispetto delle norme relative alle leggi sugli scioperi
(assicurare fasce orarie) per garantire il diritto a manifestare dei
lavoratori, ma anche quello della mobilità degli Utenti. Diversamente,
l'Acusp ricorrerà alla Commissione Nazionale di Garanzia, perchè gli Utenti
non possono, nè devono diventare ostaggio di nessuno.
Torre Annunziata
Riunione fissata tra Rete Ferroviaaria Italiana ed il Sindaco di Torre
Annunziata per martedì 24 luglio, alle ore 12, presso gli uffici della
Direzione Compartimentale Movimento di Napoli, alla riunione parteciperà
anche l'Acusp come aveva richiesto
Le iniziative intraprese per accelerare i tempi che potrebbero portare alla
riapertura dell'impianto.
Come già accaduto in altre occasioni, Rete Ferroviaria Italiana è aperta al
dialogo ed alla massima disponibilità.
Per tale motivo è stata inviata ieri, al Sindaco di Torre Annunziata, una
lettera con la quale RFI, la società dell'infrastruttura del Gruppo Ferrovie
dello Stato, ancora una volta "si rende disponibile per un incontro con lo
scopo di esaminare tutte le soluzioni percorribili per restituire l'impianto
ferroviario alla sua piena fruibilità, intendendo per essa non solo il
servizio ferroviario ma anche la pulizia, il decoro, l'informazione e la
sicurezza nel senso più ampio del termine".
Nella stessa lettera si ribadiscono i motivi che hanno determinato la
chiusura della stazione, dettati da misure di carattere cautelativo a
salvaguardia dell'incolumità dei viaggiatori, pregiudicata dalla carente
vigilanza da parte della Polizia municipale, a suo tempo promessa in base
agli accordi stipulati ad ottobre 2006.
Per consentire la riapertura della stazione, RFI è pronta a revocare il
comodato d'uso gratuito al Comune assumendosi totalmente il compito di
provvedere alla pulizia ed alla sicurezza dell'impianto.
Alfredo Capasso
presidente acusp
3398697687



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl