notizie dal mondo 15-31 luglio 2007

06/ago/2007 01.42.00 indipendenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

www.rivistaindipendenza.org

in "Ultime notizie dal mondo" (sul sito)

Dal blocco di "Notizie dal mondo"

15 / 31 luglio 2007

 

a) Israele. Legge razzista della Knesset scatena polemiche in Israele (20, 21). Tel Aviv punta ad un accordo-bantustan con il servile presidente palestinese Mahmud Abbas (26). Tra le sfere militari (forti delle forniture militari senza precedenti promesse da Washington anche in vista di uno scenario di guerra regionale, cfr 30) c’è chi prepara un intervento militare massiccio a Gaza (20), che l’ONU vede prossima al collasso economico (26). Blair esordisce da mediatore avallando la svendita del gas palestinese a Israele (31). Mosca, intanto, gioca ambiguo (31).

b) Palestina. Uno sguardo al governo collaborazionista del presidente palestinese Mahmud Abbas. Il governo fantoccio di Fayyad non ottiene la fiducia (22). Abbas prova a cancellare Hamas con una sua nuova Costituzione (21), prefigura arbitrariamente elezioni anticipate (19, 31), mira a far cessare la lotta di resistenza (16, 28). Un paio di notiziole sulla questione dei prigionieri di Fatah rilasciati da Israele (18, 21). Fatah intanto è spaccata e c’è chi non accetta il collaborazionismo Abbas-Dahlan (19, 26). Sulla figura del famigerato Dahlan, altre chicche emergono dai documenti da lui lasciati in tutta fretta a Gaza, dai quali si conferma il suo ruolo di agente al servizio dell’asse Tel Aviv - Washington (26). Hamas avverte Abbas sulla situazione in Cisgiordania (26) ed intanto fronteggia la crisi economica a Gaza (29).

c) Pakistan. Situazione da seguire, sia per gli effetti nel vicino Afghanistan, sia per capire quanta tenuta politica abbia il presidente pachistano Musharraf. Per il punto complessivo della situazione vedere il 21 e il 29. Da considerare poi le operazioni militari in corso (15) e l’atteggiamento USA (16).

d) Turchia. Dopo il voto, prospettive politiche interne e speranze dei kurdi (19, 24, 31). Qualche frizione con Washington per un accordo con l’Iran (USA / Turchia 28).

e) Irlanda del Nord (31): Londra chiude l’Operation Banner. Un passo ulteriore verso il suo sganciamento dalle Sei Contee occupate? Euskal Herria (29): messaggio di Otegi dal carcere. Galizia (25): in piazza per l’autodeterminazione; la polizia attacca. Corsica (19): Parigi rispolvera il reato di pirateria.

  

Tra l’altro:

Gran Bretagna (15, 22, 27 luglio).

Francia / Libia (26 luglio).

Kosovo (19, 21, 27 luglio).

Iraq (31 luglio).

Siria (30 luglio).

Cecenia (30 luglio).

USA (20, 25 luglio).

Messico (17 luglio).

Costa Rica (27 luglio).

Nicaragua (31 luglio).

Colombia (25, 27 luglio).

Bolivia (17, 25 luglio).

USA / India (28 luglio).

Libano / Israele (19, 30 luglio).

Iraq (31 luglio).

Afghanistan (22, 28, 31 luglio).

Cile (19 luglio).

Venezuela (23, 30 luglio).

 

Saluti

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl