Gesac/Inquinamento acustico/Il Presidente Pollio deve convocare le associazioni degli Utenti

Gesac/Inquinamento acustico/Il Presidente Pollio deve convocare le associazioni degli Utenti L'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici), il Fiaba (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche), Assoutenti, quali componenti della Consulta delle Associazioni di Utenti promossa dalla Gesac,chiedono, ufficialmente, una convocazione al Presidente della Gesac Mauro Pollio per fare il punto della situazione sull'allarmante inquinamento acustico che si sta registrando in città già dallo scorso mese di luglio e di applicare il sistema di monitoraggio delle rotte per limitare al massimo il rombo degli aerei per e da Capodichino.

29/ago/2007 20.49.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici), il Fiaba (Fondo
Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche), Assoutenti, quali
componenti della Consulta delle Associazioni di Utenti promossa dalla
Gesac,chiedono, ufficialmente, una convocazione al Presidente della Gesac
Mauro Pollio per fare il punto della situazione sull'allarmante inquinamento
acustico che si sta registrando in città già dallo scorso mese di luglio e
di applicare il sistema di monitoraggio delle rotte per limitare al massimo
il rombo degli aerei per e da Capodichino. Infatti, il continuo passaggio di
aerei a bassa quota mette in pericolo la salute dei cittadini e crea disagi
notevoli alla Città. Ad esempio, "I Cantori di Posillipo" hanno dovuto più
volte interrompere, nella fascia oraria dalle ore 21,30 alle 22,45, l'azione
teatrale "Orfeo ed Euridice" tenutasi nel Real Bosco di Capodimonte entrata
Porta Piccola. L'inquinamento acustico degli aerei, tra l'altro, si registra
in molte altre aree della Città, come a S. Martino.
In pratica, la GESAC ha l'autorità di acquisire i tracciati radar,
analizzarli e trasmetterli all'ENAC - unica Autorità Aeronautica titolata ad
emettere sanzioni alle compagnie aeree inadempienti, come previsto dalla
legge 496/97 (Recante norme per la riduzione dell'inquinamento acustico
prodotto dagli aeromobili civili). Infine, ma nota importantissima,
la procedura di decollo antirumore recepisce la necessità di conciliare in
ogni caso la massima sicurezza delle operazioni con la riduzione della
pressione acustica sulla città. Questa, infatti, consente una notevole
riduzione, tra l'altro, dell'area di sorvolo della città e quindi un
sostanziale miglioramento della pressione acustica sull'area urbana,
garantendo nel contempo elevati standard di sicurezza.
Per questo va applicata!
Dott Alfredo Capasso
presidente Acusp
3398697687
3398697687
N.B.






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl