Vietato l'accesso ai disabili - protestano Acusp-Fiaba-Cgil

Vietato l'accesso ai disabili - protestano Acusp-Fiaba-Cgil Il presidente David Lembro ha fatto installare paletti e sbarra, impedendo di fatto l'ingresso ai cittadini diversamente abili con seri e gravi problemi di carattere motorio nel primo chiostro S. Maria della Pace.

06/set/2007 09.49.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il presidente David Lembro ha fatto installare paletti e sbarra, impedendo
di fatto l'ingresso ai cittadini diversamente abili con seri e gravi
problemi di carattere motorio nel primo chiostro S. Maria della Pace. Tra
l'altro, in quest'area monumentale ci sono gli Uffici Amministrativi della
Circoscrizione dove devono recarsi i cittadini per richiedere, ad esempio,
il rilascio di certificati di residenza,ecc.
Contro questo provvedimento, la fortissima protesta dell'Acusp (associazione
contribuenti utenti servizi pubblici), Fiaba (Fondo Italiano Abbattimento
Barriere Architettoniche)e Funzione Pubblica Cgil, che invitano il
presidente della Municiplaità Lebro a rispettare l'Ordinanza Sindacale
dell'aprile 1999 che decreta " consentire l'ingresso al complesso
monumentale ai portatori di handicap con qualunque tipo di veicolo,
precisando che il corpo dei Vigili Urbani e tutte le altre forze di Polizia
sono incaricate dell'esecuzione del presento decreto".
Tra l'altro, l'ingresso è vietato anche ai disabili che prestano servizio
"con dignità e passione" nella struttura dell'ex Ospedale S. Maria della
Pace, via Tribunali e che chiedono di entrare con l'automobile, solo perchè
"la macchina rappresenta le gambe che non abbiamo". E la richiesta di
entrare con l'automobile da parte dei disabili non è certamente "un
privilegio che chiediamo, ne avremmo volentieri fatto a meno, questo è uno
di quei privilegi che non auguriamo a nessuno". Moltissimi fax, telefonate
da parte dei cittadini disabili, impossibilitati a recarsi negli Uffici
della Circoscrizione, alcuni di essi addirittura sono stati portati a
braccia da volonatri, sopprimendo i diritti di coloro che per necessità sono
costretti a muoversi solo con mezzi di trasporto. L'Acusp e il Fiaba
chiedono un Consiglio monotematico sull'annosa questione, affinchè venga
ripristinata l'ordinanza Sindacale (mai abrogata) dell'aprile 1999 che
consentiva l'ingresso ai disabili con qualunque tipo di autoveicolo nel
primo chiosto S.Maria della Pace. Le due associazioni hanno ufficializzato
la loro richiesta alla presidenza della Municipalità presieduta da David
Lembro.
Il presidente Acusp e referente del Fiaba Campania
dott Alfredo Capasso
3398697687



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl