Giugliano/Protestano i cittadini, ma il Sindaco non interviene

19/set/2007 12.00.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Una Fiaccola accesa (14 settembre, dalle ore 16,00 alle 18,00)davanti alla
stazione delle Ferrovie dello Stato a Ponte Riccio (Giugliano)non è bastata
per calamitare l'attenzione del Sindaco del Comune a Nord di Napoli, che non
ha partecipato al presidio sul futuro dei trasporti dell'area giuglianese
promosso dai soci Acusp, dai lavoratori dell'Asi. Tutti, aspettavano il
Primo cittadino per larlare dei problemi concreti e drammatici che si
registrano a Ponte Riccio, dove i residenti restano bloccati nelle loro case
quando piove, perchè sotto il ponte a pochi passi dalla stazione di
Giugliano-Qualiano, si forma un piccolo laghetto che non consente
l'attraversamento con l'auto, nè a piedi, ma il Comune non interviene, nè si
attiva per far intervenire altri Enti, affinchè la zona non si allaghi.
Degrado urbano, ma non solo. Il primo cittadino, sta facendo rgistrare un
assordante silenzio anche sul parcheggio antistante la stazione di Ponte
Riccio, area che le Ferrovie dello Stato hanno messo a disposizione,
gratuitamente; un'occasione per creare occupazione a Giugliano, ma la cosa
non sembrerebbe interessare l'Amministrazione Comunale (sich!).
disinteresse - affermano all'unisono i coordinatori Acusp Giuseppe
Abbellito, Raffaele Sommantico e Nicola Curci - da parte dei Comuni
dell'area giuglianese, per i trasporti pubblici che sono stati drasticamente
ridotti dal Ctp, che ha eliminato o ridotto decine di corse. Ad esempio,bus
M5 riduzione partenze da 35 corse feriali giornaliere a 14; bus M7 riduzione
partenze da 21 corse feriali giornaliere a 14.
Nulla si sa anche del punto d'interscambio trasporto su gomma (ctp) e ferro
(trenitalia) a Ponte Riccio, che doveva già essere realizzato, come
annunciato durante una conferenza di servizi, tenutasi il 27 giugno 2006
nella sala del Parlamentino del Comune di Giugliano in Campania su proposta
dell'Acusp fatta propria dall'Assesore Di Nardo, alla presenza anche del
sindaco di Qualiano Pasquale Galdiero". "Allo stato - denuncia Tilde Adamo,
coordinatrice Acusp - gli studenti per raggiungere Napoli devono utilizzare
mezzi di trasporti privati o affidate a ditte non aderenti al Consorzio
UnicoCampania; al danno la beffa:pagare due o più biglietti, anche se si è
titolari dell'abbonamento UnicoCampania>. Non si è avuto più alcun segnale
dagli enti locali relativamente anche alla problematica della messa in
sicurezza, né per quanto riguarda l'organizzazione della vivibilità della
stazione con posto di ristoro e della Polfer.
In siffatto contesto viene a decadere tutto lo spirito che contraddistingue
le scelte trasportistiche della Regione Campania e dell'assessore ai
trasporti Prof. Ennio Cascetta: una linea su ferro già attiva (e,
ricordiamolo, che collega - ad esempio - Giugliano a Mergellina in meno di
mezz'ora) ma non fruibile appieno per la mancanza di collegamenti e di
sicurezza, e la riduzione effettuata dal Ctp alle linee su gomma che, tra
l'altro, soffrono anche della mancanza di coordinamento con fra l' ANM .
Per quanto riguarda il resto della zona, Acusp chiede tolleranza zero per
eliminare il degrado che si registra nell'area di Ponte Riccio, che deve
essere ripulita e bonificata. In merito alla questione rifiuti, che
persistono ancora nell'area di Ponte Riccio, l'Acusp sollecita un incontro
all'Assessore alla Sanità della Regione Campania Angelo Montemarano, già
chiesto ufficialmente dal mese di agosto.
Il Presidente dell'Acusp
dott Alfredo Capasso
3398697687


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl