Napoli, una nuova invasione di manufatti pubblicitari.doc

10/ott/2007 15.30.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee nonvalgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22 -  Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

Napoli:una nuova “invasione” di manufattipubblicitari

Capodanno: “ Basta! Non nepossiamo più “

 

            Quella che ieri era sembrataun’ipotesi, osservando i nuovi scavi sui marciapiedi delle strade del Vomero, quartierecollinare della Città, oggi è diventata una realtà. “ In via Scarlatti, nell’isolapedonale, stamani ho visto all’opera gli operai della ditta incaricata,attraverso ill Comune di Napoli, di predisporre leopere necessarie - chiarisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valoricollinari e fondatore del movimento RAP, di resistenza contro l’aggressionepubblicitaria -. E proprio così, al Vomero ma anche in altre quartieri diNapoli si sta procedendo in questi giorni a scavare centinaia di buche perl’installazione di nuovi manufatti pubblicitari, paline ed quant’altro“.

            “ Basta! Non ne possiamo più - tuonaCapodanno -, chiediamo non solo il rispetto delle norme e dei regolamenti, maanche di porre un freno a questo vero e proprio inquinamento pubblicitario. Neigiorni scorsi abbiamo condotto uno studio su alcune strade del Vomero conrisultati davvero eclatanti. Per esemplificare, in via Luca Giordano, neltratto di poche centinaia di metri tra via Scarlatti e piazza degli Artisti, sicontano 47 manufatti pubblicitari. In alcune strade, come in via Stanzione,dinanzi alla  facciata laterale dellascuola Vanvitelli, costruita nel 1931, vi sono sei tabelloni in poco più didieci metri. Analoga densità in via Tino di Camaino, all’angolo con via Tarantino. Un manufatto pubblicitario campeggia anchedinanzi alla facciata laterale di villa Casciaro invia Solimena “.

“ Dopol’inquinamento atmosferico, determinato dal traffico veicolare, dopol’inquinamento acustico, per gli aerei a bassa quota che continuano a sorvolareminacciosamente la collina, il Vomero ora è afflitto anche da “ inquinamentopubblicitario “ - conclude Capodanno -. E’ una malattia che sta infestandorapidamente ogni angolo di territorio. L'inquinamento pubblicitario in effettiè particolarmente subdolo perché, come una malattia che man mano si diffonde,crea una forma di desensibilizzazione nelle persone.In questo modo si perde anche la facoltà di indignarsi e progressivamente siviene spinti a pensare che sia "normale così". Alla fine non ci si faneppure più caso “.

            Capodanno sulla vicenda chiedel’immediato intervento del sindaco Iervolino, perchévengano adottate tutte le misure necessarie.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl