Rischio ambientale per impianto di frantumazione inerti

Rischio ambientale per impianto di frantumazione inerti Con votazione unanime il Consiglio Comunale di Poggio Imperiale con Delibera n. 32 del 12/10/2007 ha presentato formale protesta per l'Impianto di frantumazione inerti sito in località Vallone dell'Elce in territorio di Apricena ma alle porte dell'abitato di Poggio Imperiale.

17/ott/2007 23.00.00 Crescere Insieme Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Con votazione unanime il Consiglio Comunale di Poggio Imperiale con Delibera n. 32 del 12/10/2007 ha presentato formale protesta per l’Impianto di frantumazione inerti sito in località Vallone dell’Elce in territorio di Apricena ma alle porte dell’abitato di Poggio Imperiale.

 

Nella Delibera si legge che già in anni passati si sono registrate  numerose segnalazioni di protesta anche informali  da parte dei cittadini per l’impianto di frantumazione inerti realizzato nei pressi della strada provinciale denominata Poggio Imperiale - Stazione FS, in territorio del comune di Apricena;

Il predetto impianto è stato autorizzato con Permesso di Costruire n. 03 in data 04.02.2005 rilasciato dal Comune di Apricena e il Comune di Poggio Imperiale, con nota prot. 2572 del 09.05.05, aveva già  inviato una lettera di segnalazione per un possibile rischio ambientale, con documentazione fotografica allegata, agli enti istituzionali competenti, ed alle principali associazioni ambientaliste;

Nella nota succitata si evidenziava l’esigua distanza di appena 1,5 Km dal centro abitato di Poggio Imperiale e che nelle vicinanze dell’impianto corre il tracciato autostradale della A14 Bologna - Taranto, in un tratto che peraltro risulta già compromesso per la presenza di numerosi cumuli derivanti dagli scarti di lavorazione delle attività estrattive preesistenti

L’Ufficio Urbanistico del Comune di Apricena, già in fase di autorizzazione dell’impianto aveva  assicurato la conformità dell’impianto alle norme urbanistiche, di sicurezza e di igiene ambientale.

Alla luce dei fatti a parere del Consiglio Comunale appare assolutamente doveroso esprimere nuovamente una formale protesta per l’attivazione dell’impianto di frantumazione, a causa delle incidenze negative che lo stesso potrebbe recare alla salute pubblica, ed auspicare un efficiente monitoraggio della situazione ambientale da parte degli enti preposti al controllo.

Per una lettura integrale della delibera: http://62.110.208.43/poggioimperiale/de/testo/20732.rtf

 

Info:

CICCONE ALFONSO

Tel. e Fax 0882.994560

Cell. 339.644 32 42

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl