Via Scarlatti al Vomero, giallo per una banconota falsa.doc

28/ott/2007 16.00.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee nonvalgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22 -  Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

Via Scarlatti al Vomero: “giallo”per una banconota falsa

Capodanno: “ Nel finale iprotagonisti si dileguano “

 

            “ Un episodio emblematico ma anchela spia di una situazione di malessere che testimonia le difficoltà che aNapoli esistono per il rispetto della legalità, pure per la mancatacollaborazione dei cittadini - afferma Gennaro Capodanno, presidente delComitato Valori collinari, riferendosi a quanto accaduto nell’isola pedonale divia Scarlatti al Vomero, stamani intorno alle 13,30 -. Un evento che avrebbepotuto anche costituire una traccia per una delle tante vie utilizzabili per lospaccio di banconote false, che potrebbero essere riciclate attraverso ilflorido mercato dell’ambulantato abusivo, che fattura, secondo stime recenti,quasi novecento milioni di euro all’anno nel solo territorio partenopeo, sultotale di 13 miliardi del giro d’affari nazionale connesso all’abusivismocommerciale, secondo uno studio commissionato di recente dalla Confesercenti “.

            “ Nel corso della passeggiatadomenicale, favorita dallo stop alle autovetture - racconta Capodanno-, unasignora acquista una borsa contraffatta da uno dei tanti extracomunitari cheogni giorno nell’isola pedonale di via Scarlatti, pure per l’assenza deinecessari controlli, hanno di fatto realizzato un mercato abusivo parallelo aquello delle  quasi cento botteghe che siaprono su questo tratto di strada. Paga con una banconota da 50 euro, riceve ilresto e si allontana “.

            “ Poco dopo, però, tornadall’ambulante - continua Capodanno -. Si è accorta che la borsa ha un difettonella chiusura, e rivuole i suoi soldi indietro, restituendo l’oggetto.L’ambulante si dichiara disponibile e tira fuori la banconota. E qui cominciail giallo. Secondo la versione della donna, non si tratta della sua banconotama di un'altra palesemente falsa, con delle scritte a penna che quella cheaveva consegnato per il pagamento non aveva  “.

            “ Inizia una discussione, abbastanzaanimata, durante la quale l’ambulante, senza restituire il danaro, raccolta, infretta e furia, la merce, si allontana urlando nella sua lingua d’origine -prosegue Capodanno -. Intervengono anche gli altri extracomunitari presenti chedifendono a spada tratta il “collega”, lasciando intendere che potrebbe essere statala signora a tirare fuori dalla borsa la banconota da 50 euro falsa. Nelfrattempo si forma un capannello di gente e gli animi si vanno surriscaldando.La tensione è alle stelle, quando si vede arrivare una volante della Polizia “.

            “ Nel mentre l’auto si avvicina alluogo del “delitto” - conclude Capodanno -, in un battibaleno, scompaiono siagli ambulanti abusivi sia l’incauta acquirente, sicché una volta che la volanteè giunta sul posto, tutto è ritornato tranquillo e del mercato abusivo nonresta neppure l’ombra “.

            Capodanno, anche alla luce diquest’ultimo preoccupante episodio chiede alle autorità preposte che venganointensificati i controlli per combattere l’ambulantato abusivo al Vomero,attraverso un’azione concertata tra tutte le forze dell’ordine, vigili urbani,poliziotti, carabinieri e guardie di finanza, anche in previsione  della notevole escalation che l’abusivismocommerciale subirà con l’approssimarsi del periodo natalizio.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl