Nasce a Napoli la rete dei Comitati civici.doc

Nasce a Napoli la rete dei Comitati civici.doc Comitato Valori Collinari Presidente:Prof.

16/nov/2007 14.49.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee nonvalgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22 -  Napoli

Tel.  0815787434  - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

Nasce aNapoli la “rete” dei Comitati civici

Capodanno:“ Un’iniziativa di svolta “

 

            Nasce a Napoli unarete di comitati civici, un vero e proprio coordinamento di tutte le realtàassociative che in questi anni sono sorte nella realtà napoletana. Adannunciare l’evento è Gennaro Capodanno, ingegnere, presidente del ComitatoValori collinari e promotore del corteo che si terrà al Vomero, partendo dapiazza Vanvitelli, sabato 15 dicembre con appuntamento alle ore 11,00. “ Siachiaro non vanto nessun diritto di primogenitura - precisa Capodanno -, sapendobene che iniziative in tale direzione erano già in corso. Voglio semplicementedare uno strumento in più, mettendo a disposizione le mie conoscenzeinformatiche per agevolare i processi già in atto “.

            “ Difatti - continuaCapodanno - per le associazioni ed i comitati che vogliono aderire alcoordinamento è già disponibile una casella di posta elettronica: comitatinapoli@libero.it ed un blogdove tutti gli utenti registrati possono pubblicare i propri messaggi ecommenti: http://blog.libero.it/comitatinapoli/  A giorni cercheremo di creare anche un vero eproprio sito “.

            “ Mi sono deciso aquesto passo - chiarisce Capodanno -, leggendo in questi giorni gli articolisull’argomento del prof. Aurelio Musi, e partendo dalla considerazione chenegli ultimi tempi a Napoli da parte dei cittadini si è manifestato unrinnovato desiderio di partecipare, di manifestare ma anche di proporre,rispetto alla gestione di una “cosa pubblica” sempre più lontana, grazie anchealla “chiusura” dei palazzi del potere “.

            “ Occorre però - prosegueCapodanno - che queste nuove forme di aggregazione e partecipazione sipropongano come soggetti alternativi all’attuale classe dirigente, che hamostrato, almeno, a Napoli i suoi limiti, dovuti forse pure a stanchezza,uscendo da una visione che le vede scendere in campo solo di fronteall’emergenza dei problemi, oggi la spazzatura, domani l’ordine pubblico e cosìvia “.

            “ Non si tratta cioè -conclude Capodanno - di stabilire forme dialogative, che si sono rivelate deltutto infruttuose, con l’attuale dirigenza, ma di proporsi ai cittadini comemodello di un nuovo modo di far politica, attraverso i meccanismi, oggipresenti solo sulla carta, della partecipazione popolare, riducendo ed infineeliminando il solco, sempre più profondo, tra rappresentanti e rappresentati,assumendo infine responsabilità di governo nei processi decisionali. Solo cosìa Napoli potrà ripartire una vera “rinascita partenopea “. Un modello daesportare poi in altre realtà urbane afflitte dai medesimi problemi “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl