Vomero, un distaccamento della Guardia di Finanza per combattere il commercio abusivo.doc

21/nov/2007 16.10.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee nonvalgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22 -  Napoli

Tel.  0815787434  - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

Vomero:Lotta all’abusivismo commerciale

Capodanno: “ Subito undistaccamento della Guardia di Finanza “

 

    GennaroCapodanno, presidente del Comitato Valori collinari e promotore del corteo chesi terrà sabato 15 dicembre con partenza alle ore 11,00 da piazza Vanvitelli,lancia una nuova proposta di facile attuazione per combattere l’ambulantato edil commercio abusivo che prolifera nel popoloso quartiere collinare e cherappresenta uno dei problemi più sentiti dalalcittadinanza. “ Abbiamo contato circa 400 ambulanti per le strade dell’areacollinare nei giorni scorsi e la situazione va peggiorando di giorno in giornocon l’approssimarsi del periodo natalizio - precisa Capodanno -. Un mercato,quello che ruota intorno ai prodotti contraffatti che fattura centinaia dimigliaia di euro all’anno ed i cui proventi finiscono notoriamente, in granparte, nelle mani della delinquenza organizzata, per finanziarne le losche attività“.

    “Negli ultimi tempi, per combattere il fenomeno, mi risulta che si è costituitoal Vomero un gruppo interforze tra Guardia di Finanza e vigili urbani, il cuifunzionamento può essere migliorato, dando così ottimi frutti in questa vera epropria guerra - afferma Capodanno -. Il problema è che l’autovettura diservizio con i finanzieri a bordo, parte dalla sede del I Gruppo Napoli che sitrova in viale 2 giugno, nel quartiere di S. Giovanni a Teduccio. A ragione deltraffico, nei tre turni attuali, dalle 6 alle 12, dalle 12 alle 18 e dalle 18alle 24, si osservano alcuni sfasamenti “.

    “Difatti l’autovettura, che di solito staziona nell’isola pedonale di viaScarlatti, intorno alle 11 - spiega Capodanno - , per consentire agli occupantidi terminare il servizio alle 12, deve lasciare la postazione per portarsi inviale 2 giugno. Da lì, poi, l’auto parte di nuovo con i due finanzieri delturno successivo a bordo, arrivando al Vomero, sempre a ragione del traffico,intorno alle 13. Questa situazione si ripete anche la sera nel cambio delle ore18 “.

    “Gli abusivi hanno notato il fatto - puntualizza Capodanno - e sanno che, grossomodo, nell’intervallo tra le 11 e le 13 e le 17 e le 19, che sono poi orari neiquali le strade del Vomero sono affollate di acquirenti, possonotranquillamente esporre sula pubblica via, e vendere i loro prodotticontraffatti, anche perché allo stato il gruppo interforze non funziona consquadre miste ma mantenendo separata l’operatività dei due comparti coinvolti,da una parte i finanzieri dall’altra i vigili urbani “.

    “La proposta è quella di creare al Vomero un distaccamento della Guardia diFinanza, al quale destinare alcuni locali nella sede della municipalità in via Morghen, che è anche dotata di ampi garage - affermaCapodanno -. In questo modo i finanzieri entrerebbero in servizio direttamentenella sede del Vomero e si colmerebbero i vuoti che sono stati prima indicati,dovuti all’esigenza di tornare alla sede del gruppo, con ore passate neltraffico caotico delle ore di punta. Inoltre, a mio avviso, l’interforzedovrebbe funzionare con squadre miste, costituite da un finanziere e da unvigile urbano, in modo da averne almeno due, una per l’area dell’isola pedonalee l’altra per la zona via Luca Giordano, che sono le più interessate alfenomeno  “.

    “Nell’attesa che vengano reperiti i locali per il distaccamento al Vomero dellaguardia di Finanza - conclude Capodanno -, si potrebbe pensare ad un cambio suiluoghi, anche se una soluzione del genere, comporta il pagamento delle ore distraordinario, dal momento che, fino al allora, la sede nella quale gli operatoridevono prendere servizio resterà sempre quella in viale 2 giugno “.

    Capodannosulla proposta chiede sin d’ora l’interessamento del prefetto e del sindaco diNapoli, valutandone la fattibilità insieme ai vertici della Guardia di Finanza.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl