GENITORI: CITTADINI IN ITALIA, IN EUROPA

23/nov/2007 09.30.00 Associazione Italiana Genitori A.Ge. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

XII Congresso Nazionale

Roma, 30 novembre - 2 dicembre 2007

 

 

Genitori: cittadini in Italia, in Europa

Diritti e doveri in famiglia, nella scuola, nella società

 

 

 

Un Congresso di genitori può apparire cosa strana, ed è questo il sintomo più chiaro del fatto che le famiglie non hanno voce nel progettare il futuro della nostra società. Eppure hanno la responsabilità della principale materia prima per il rilancio dell’Europa: i giovani e la loro capacità di acquisire nuove conoscenze.

A Lisbona, nel marzo del 2000, il Consiglio Europeo concordò l’obiettivo strategico di una “nuova economia basata sulla conoscenza” e definì “le persone come la principale risorsa dell’Europa”. Soprattutto in Italia siamo ben lontani dal conseguire gli obiettivi di istruzione e formazione fissati per il 2010, ma se riusciremo almeno in parte a raggiungerli, è sui genitori e sulle famiglie che dobbiamo scommettere.

 

Nel nostro XII Congresso nazionale affermiamo che il genitore è un cittadino, che non deve attendere di essere interpellato o informato: è protagonista, sia individualmente, sia, a maggior ragione, come genitore associato, genitore “sociale”: il genitore contribuisce, con la quotidiana opera educativa familiare, ad edificare la comunità civile. Il genitore “sociale” è consapevole del suo ruolo, dei suoi diritti e delle sue responsabilità, e sa che non deve e non può lavorare da solo: la cittadinanza, oggi, si declina in cooperazione, in solidarietà, nella realizzazione di reti civiche ed educative.

 

L’Italia è terra di forte impegno di volontariato, che nell’ambito educativo e familiare può trovare molto terreno ancora da esplorare. Questo orientamento “partecipativo” è talora frenato, osteggiato, ma non c’è dubbio che, anche sulla spinta dell’Unione europea, avrà ulteriori sviluppi.

 

Per i genitori il riferimento europeo è una sfida: significa pensare al futuro di figli che si muoveranno fra i paesi membri per lavoro, studio e svago. Significa pensare, già oggi, all’incremento di competenze informatiche e linguistiche. Significa, anche, rispondere in termini educativi a qualche deriva ipertecnicistica o efficientistica.

 

Le radici dell’Associazione Italiana Genitori sono poste nell’impegno instancabile di molti genitori negli organi di partecipazione scolastica. È urgente una riforma degli organi di rappresentanza scolastica, che devono essere il “motore” dell’autonomia; su questo tema le associazioni dei genitori hanno ufficialmente avanzato proposte, affinché la democrazia formale rappresentativa sia arricchita da una democrazia sostanziale. Appoggiamo perciò la proposta della realizzazione di un “patto di corresponsabilità educativa” in ogni scuola, fra scuola e famiglia.

 

Dalla scuola siamo nati, e da lì abbiamo gradualmente esteso la nostra attenzione, comprendendo che l’intera comunità contribuisce ad educare i nostri figli: oltre alla scuola, pertanto, anche il mondo dei media, il tempo libero, le biblioteche, gli Oratori, la sanità sono ambiti della nostra azione.

 

L’altra caratteristica che ci contraddistingue deve continuare ad essere il radicamento regionale e provinciale, perché possiamo sempre più rappresentare le domande e le proposte dei genitori. Il Congresso riserverà un’attenzione anche agli aspetti organizzativi interni, che sono strumento necessario per un’associazione che sappia aprirsi a tutti.

 

 

PROGRAMMA

 

Venerdì 30 novembre

 

Ore 14.00       Accoglienza, registrazione partecipanti, verifica poteri

Ore 15.30       Saluto introduttivo

Saluto delle autorità

Lettura di brani scelti del fondatore dell’A.Ge. Ennio Rosini, con proiezione di foto ricordo della storia dell’AGe, passata e presente.

 

Ore 16.30       Relazioni

 

                       “Educare nella complessità. Uno sguardo internazionale” - mons. Angelo Vincenzo Zani, sottosegretario Congregazione per l’Educazione Cattolica della Santa Sede

“La cittadinanza dei genitori, nel crocevia dell’educazione” - Giuseppe Savagnone, professore di filosofia e storia nei Licei e direttore dell’Ufficio per la cultura, l’educazione, la scuola e l’università della Conferenza Episcopale Siciliana, editorialista di “Avvenire”

 

Coordina Salvatore La Rosa, responsabile Formazione A.Ge. e Ordinario di Controllo statistico della Qualità nell’Università di Palermo

 

Ore 18.15       Dibattito

                     Conclusioni prima sessione

 

 

Sabato 1 dicembre

 

Ore 9.00         “Cittadinanza nell’A.Ge.: la nostra proposta”

                       

L’Associazione Italiana Genitori nel triennio 2005-2007: il posizionamento nel dibattito nazionale, le scelte di strategia e comunicazione, l’attività” - Maurizio Salvi, Presidente nazionale

     “L’organizzazione dell’AGe, il radicamento, lo sviluppo” - Lucia Rossi, Segretario nazionale

 

ore 10.00        Seguono interventi dei delegati

Presentazione delle candidature e delle modalità di voto

 

Ore 14.30       Comunicazioni

“Genitori e figli: la scuola, i media, il socio-sanitario”

                       

“Genitori e scuola” - Davide Guarneri, Responsabile ufficio scuola AGe

 Genitori e media” - Maria Micaela Fagiolo, Responsabile ufficio comunicazione AGe

 Genitori, sociale e sanità” - Alberto Raponi, Responsabile ufficio progetti AGe e Progetto Andrea in Sanità

L’AGe nei media” - Rita Manzani Di Goro,  Direttore responsabile AGeStampa

 

ore 15.00        Suddivisione dei delegati in gruppi di lavoro

§      Genitori e scuola

§         Genitori e media

§         Genitori, sociale e sanità

§         Genitori in Europa: l’AGe e la dimensione internazionale

§         Genitori in associazione: l’identità e l’organizzazione dell’AGe

§         Genitori in associazione: la comunicazione dell’AGe come occasione di crescita

 

ore 18.15        Presentazione sintesi lavori dei gruppi

                      Presentazione mozioni congressuali

 

Votazioni per l’elezione del Presidente nazionale,  dei componenti il Consiglio nazionale, del Collegio dei Revisori dei conti e del Collegio dei Probiviri

 

Domenica 2 dicembre

 

 

Ore 8.30 S. Messa celebrata da mons. Bruno Stenco, Direttore Ufficio nazionale per l’Educazione, la Scuola e l’Università della Conferenza Episcopale Italiana

                       

Ore 9.30 Proclamazione eletti

 

Ore 10.00 “Sfide dell’educazione: prospettive di impegno per i genitori, la scuola, l’associazione”.

Dialogo fra l’Associazione Italiana Genitori e il Sottosegretario alla P.I. on. Letizia De Torre.

 

Ore 12.00       Votazione mozioni, votazione documento finale del Congresso

 

 

 

 

 

Il Congresso ha ottenuto il Patrocinio da:

 

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministro delle Politiche per la Famiglia

Ministero delle Comunicazioni

Presidente della Regione Lazio

Comune di Roma - Assessorato alle Politiche di Promozione della Famiglia e dell’Infanzia

Presidente Provincia di Roma

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

 

 

 

 

Sede del congresso: 

Roma - CASA TRA NOI

Via Monte del Gallo, 13 (zona Stazione S. Pietro)

 

Per informazioni:

Associazione Italiana Genitori A.Ge.

Via Aurelia 796, Roma

Tel: 06 66514566  Fax: 0666510452

E-mail: segreterianazionale@age.it

Sito Internet: www.age.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl