notizie dal mondo 15-30 novembre 2007

05/dic/2007 00.00.00 indipendenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

www.rivistaindipendenza.org

info@rivistaindipendenza.org

in "Ultime notizie dal mondo" (sul sito)

15 / 30 novembre 2007

a) Italia / Afghanistan. Sotto comando USA e contro la Costituzione italiana, gli italiani combattono nel paese asiatico occupato. Per evitare imbarazzi, le notizie dal paese sono silenziate. La "sinistra radicale" è scandalizzata a parole, ma avalla nei fatti stando al governo (17 e 21). Intanto la situazione precipita ed allarma pensatoi e stampa internazionale (22 e 30). Su un altro fronte, il Kurdistan, il governo di centrosinistra italiano, in sintonia con Washington, sponsorizza invasioni (23).

b) Serbia / Kosovo. L’astensionismo è il vero vincitore delle elezioni parlamentari tenutesi in un Kosovo, «zona franca» dei traffici mafiosi, pronto a dichiarare unilateralmente la secessione da Belgrado con il sostegno di Washington (20). Intanto Belgrado, Pristina e la troika (USA-UE-Russia) concludono i negoziati sull’"indipendenza sorvegliata" del Kosovo annunciandone il fallimento (29).

c) Palestina. Quale "Stato palestinese" ha in mente la dirigenza israeliana? Un’"area groviera", uno "Stato di bantustan" senza Gerusalemme, recintata da un Muro e spezzettata al suo interno da check point e colonie israeliane, controllata nei confini, nelle strade, nel commercio, nell’acqua e nelle risorse energetiche da Israele (18, 20). E mentre le annessioni di territorio da parte di Israele irritano persino la Chiesa cattolica (18), Olmert precisa che i negoziati con i palestinesi si dovranno basare anche «sulla lettera del 14 aprile 2004 del presidente Bush al primo ministro di Israele», annunciando in sostanza nuove annessioni ad Israele di porzioni di Cisgiordania palestinese (28).

d) Unione Europea. Da Bruxelles proposta choc sull’agricoltura (20). Colpiti anche gli interessi italiani. Resta sempre il solito interrogativo: per difendere quali interessi è nata l’Unione Europea?

Sparse ma significative:

· Libano. Continua lo stallo a Beirut per trovare un candidato presidente gradito sia alla coalizione governativa filo-USA che all’opposizione di Hezbollah e cristiani di Aoun. Grossa la responsabilità di Washington, che nei fatti fa sfumare i tentativi di trovare un candidato condiviso (24, 25). Intanto l’Imam sciita libanese, Muhammad Hussein Fadlallah, vicino alle posizioni di Hezbollah, con una fatwa ricorda che la donna non è schiava dell’uomo (29).

· India. Nuovo passaggio sul nucleare indiano, sotto gli auspici di Washington, che ha concesso all’India (nucleare civile e militare) ciò che vuole impedire all’Iran (nucleare civile). La coalizione di centrosinistra dice sì all’accordo con gli USA (16). Intanto, sempre gratificando Washington, Nuova Delhi accentua la cooperazione militare con Israele e annuncia lo sviluppo, congiunto con Tel Aviv, di un nuovo missile (27).

· USA / Iran. Come Washington intende mettere l’Iran all’angolo. L’opinione di Phillys Bennis, esperta di Medio Oriente per l’ "Institute for policy studies" (24). Ma la possibilità di un attacco all’Iran continua a suscitare allarmi e disapprovazione anche nelle alte sfere militari USA (24).

· Olanda. La sanità nell’epoca del neoliberismo. Proposta choc: assistenza sanitaria gratuita a chi si priva di un rene (17).

· USA. Amenità dall’Impero: le atrocità di Guantanamo raccontate in un manuale reso pubblico su Internet (15). Le diserzioni in significativo aumento, nell’ultimo anno, nell’esercito USA (15). Procedure della polizia newyorkese (15). L’ex portavoce della Casa Bianca accusa Bush e Cheney del "CIA-gate" (22). La miseria negli USA: un cittadino su 8 fa la fame (26).

 

Tra l’altro:

Turchia (17, 29 novembre).

Georgia (17 novembre).

Pakistan (18, 23, 25 novembre).

Venezuela / Iran (17 novembre).

Repubblica Ceca (18 novembre).

Ecuador / USA (19 novembre).

Cina (20 novembre).

Polonia (21, 27 novembre).

Giordania (23 novembre).

Venezuela / Colombia (23 novembre).

Bolivia (24, 25, 27, 29 novembre).

Australia (25, 30 novembre).

Canada (25 novembre).

Russia (30 novembre).

 

Saluti
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl