Corteo al Vomero per protestare contro il degrado di Napoli.doc

15/dic/2007 16.30.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sueidee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  - Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

Napoli: corteo per protestarecontro il degrado della città

Capodanno: “ Il prossimoappuntamento è per 19 gennaio “

“ Ci fermeremo solo dopo ledimissioni di Bassolino ed Iervolino “

 

    “Sono soddisfatto – dichiara Gennaro Capodanno, presidente del ComitatoValori collinari e promotore del corteo che stamani ha sfilato per le stradedel quartiere Vomero per denunciare lo stato d’incuria e di abbandono nelquale versa tutta la città di Napoli, ed il quartiere Vomero, in particolare (foto allegate ) -. Nonostante l’inclemenza del tempo, con temperaturepolari, e il boicottaggio tentato da più parti, anche con falsi annuncisull’abolizione dell’iniziativa, i cittadini hanno rispostonumerosi ed hanno sfilato per la prima volta nell’isola pedonale di via Scarlatti, l’emblema al Vomero dell’attualegestione amministrativa con la famosa fontana della quale da tempo,inascoltati, i vomeresi chiedono lo spostamento inaltro sito ( foto allegata ) “.

    “Dai partecipanti si è alzato forte il coro di quelli che chiedono le immediatedimissioni del governatore Bassolino e del sindaco Iervolino – continua Capodanno -. Basta con le promesse di saporeelettorale, basta con gli sprechi di pubblico danaro, per ritrovarsi in unacittà che sistematicamente occupa gli ultimi posti in classifica per tutti gliaspetti che riguardano la vivibilità. Dalla sicurezza all’inquinamentonon c’è classifica nella quale Napoli non detengauna delle maglie nere “.

    “Adesso si aggiunge anche un Natale al buoi, con stradesquallidamente disadorne, prive di luminarie ed addobbi natalizi –prosegue Capodanno -. Inoltre permane l’incubo delle montagned’immondizia che ancora sino ad ieri erano lasciate a marcire per lestrade e che al Vomero, alla vigilia della protesta, sono state prontamenterimosse, ma che potrebbero ritornare già da stanotte. Un incubo infinito per ilquale non s’intravede ancora una soluzione definitiva “.

    “Andremo avanti su questa linea – annuncia Capodanno -. Il prossimo corteoè programmato per sabato 19 gennaio. Dobbiamo solo decidere se si terrà in unodei due quartieri dove si è già svolta la protesta, vale a dire a Chiaia o al Vomero, o in un altro quartiere di Napoli. Lofaremo a giorni insieme alle altre associazioni che operano sul territoriometropolitano e con le quali stiamo realizzando una rete di collegamento.L’unica cosa certa è che ci fermeremo solo se e quando governatore dellaCampania e sindaco di Napoli avranno rassegnato le loro dimissioniirrevocabili, riservandoci di richiedere i danni subiti da Napoli e dainapoletani, per la pessima gestione della cosa pubblica realizzatasi sotto laloro guida che oramai dura complessivamente da quasi tre lustri,  nelle sedicompetenti “.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl