Napoli,pioggia di contributi per le attività culturali.doc

"Cosa che quest'anno, peraltro, e correttamente, è stata fatta per tempoda altre municipalità, come si rileva dal sito internet del Comune di Napoli- prosegue Capodanno -.

17/dic/2007 16.20.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sueidee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  - Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

Vomero: Pioggia di contributi perle attività culturali

Capodanno: “ Intervenga la Magistratura “

 

    GennaroCapodanno, presidente del Comitato Valori collinari, ex numero uno dellacircoscrizione Vomero, interviene sulla pioggia di contributi natalizi che la V Municipalità, checomprende i quartieri Vomero e Arenella, si apprestaa distribuire a 20, tra associazioni, parrocchie ed enti no profit,che hanno presentato altrettanti progetti, attingendo al fondo di 61mila euro, disponibilinel capitolo per le attività culturali e sportive da realizzare nell’ambitodi ciascuna delle dieci municipalità partenopee nell’arco del 2007 (documento allegato ).

    “Sono rimasto quantomeno perplesso di fronte alla risposta del presidente dellaMunicipalità, dopo la denuncia di uno dei 30 consiglieri – affermaCapodanno -. Questi fondi hanno rappresentato sempre, fin dalla deliberaistitutiva del 1990, quando ancora esistevano le circoscrizioni, una dellepoche risorse economiche a disposizione dei consigli per valorizzare il patrimonioculturale, artistico e sportivo dei singoli quartieri di Napoli . Quando ho rivestito la carica di consigliere e dipresidente della circoscrizione non mi sarei mai sognato di distribuire apioggia il pubblico danaro senza che iniziative di tal fatta venisseroidoneamente pubblicizzate con regolari avvisi pubblici, come previsto dallastessa delibera comunale “.

    “Cosa che quest’anno, peraltro, e correttamente, è stata fatta per tempoda altre municipalità, come si rileva dal sito internet del Comune di Napoli– prosegue Capodanno -. Per la I municipalità, quella di Chiaia, l’avviso pubblico firmato dal presidente,prevedeva la scadenza del 23 novembre per l’inoltro delle istanze dipartecipazione da parte degli enti, associazioni e singoli enti interessati, lastessa cosa è avvenuta anche nella IX municipalità, dove il bando a firmecongiunte del dirigente e del presidente, prevedeva il termine del 5 dicembrescorso “.

    “Per la Vmunicipalità invece – continua Capodanno -, dalle informazioni diffusedal consigliere che ha portato alla luce la vicenda sul suo sito (http://www.napolionline.org/content/view/7950/95/) risulta che nessun avviso pubblico sia stato mai emanato ma che la notizia,che poi ha consentito alle associazioni interessate e, e solo a loro, dipresentare i 20 progetti, gli unici arrivati all’esame del consiglio perun importo complessivo che corrisponde esattamente, al centesimo,con quello stanziato, si sia diffusa attraverso un semplice tamtam. Lo stesso consigliere afferma che questo “tam tam tra le associazioni viene diffuso, molto piùcapillarmente dei manifesti, dalle telefonate dei politici, che colgono questacome altre occasioni per sdebitarsi dell’appoggio ricevuto in campagnaelettorale “. Un’affermazione gravissima che richiama il vecchio mamai dimenticato “voto di scambio” che, nell’era di tangentopoli,fece, proprio tra i pubblici amministratori del capoluogo partenopeo, illustrivittime, finite nelle maglie della giustizia “.

    “Una vicenda che presenta molti aspetti oscuri rispetto alla gestione delpubblico danaro da parte dei consessi elettivi – conclude Capodanno -.Indipendentemente da come si risolverà, fermo restando che non è scritto danessuna parte che i soldi pubblici debbano comunque essere spesi anche quandonon se ne ravvisa la necessità e l’urgenza, mi auguro che anche su questadelicata materia, così come accadde per i gettoni di presenza e le assunzionidi alcuni consiglieri nella passata consiliatura, la Magistratura siaamministrativa che penale venga interessata, facendopiena luce “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl