Un plauso ai carabinieri per la lotta ai fuochi proibiti.doc

Un plauso ai carabinieri per la lotta ai fuochi proibiti.doc Comitato Valori Collinari Presidente:Prof.

21/dic/2007 09.49.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sueidee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  - Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

 

Un plauso ai carabinieri per lalotta ai fuochi proibiti

Capodanno: “ La scuola pernulla presente su questo fronte “

 

         “ Un plauso ai carabinieri cheanche quest’anno si stanno impegnando per la lotta ai fuochi proibiti chehanno già fatto due vittime innocenti, due ragazzini in età scolare di 11 e 14anni – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valoricollinari – E’ proprio la scuola che poco o nulla fa sul frontedella prevenzione in questo delicato settore, mentre ce ne sarebbe tantobisogno, quantomeno per informare  i giovani sui gravi rischi che possonoderivare dall’uso di queste vere e proprie “armi”, costituitedai botti illegali, che mietono centinaia di vittime all’anno “.

         “ Stamani – confermaCapodanno – ho visto centinaia di ragazzi fermarsi dinanzi al  banco e ai cartellidella stazione mobile dell’arma che, come anche per gli anni scorsi, èstata collocata all’interno dell’isola pedonale di via Scarlatti (foto allegata ). Gli stessi facevano domande ai carabinieri presenti, ottenendoesaustive e sollecite risposte. Cosa che evidentemente non avvienenell’ambito dei plessi scolastici, visto che nessuna iniziativaquest’anno risulta essere stata realizzata nelle scuole per informare eper combattere il fenomeno dei botti illegali “.

         “ Mi auguro – ha conclusoCapodanno – che l’iniziativa dei carabinieri con il motto “Usa la testa, non rovinarti la festa “, vada avanti anche nei prossimi giorni.Così come è auspicabile che vengano intensificati icontrolli da parte delel forze dell’ordine controi venditori dei botti proibiti, specialmente nelle ultime ore dell’annoche sta per lasciarci, quando in tutta la città come funghi, spunteranno comeoramai accade da anni, le bancarelle degli abusivi con i fuochi pericolosi“.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl