Ancora una rapina in un negozio del Vomero.doc

21/dic/2007 10.10.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sueidee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  - Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

Ancora una rapina in un negoziodel Vomero

Capodanno: “ Un errore nonpartecipare al corteo ”

 

         “ I commercianti del Vomerostanno pagando un prezzo elevato nel seguire chi ha voluto dare ascolto allevuote chiacchiere della pubblica amministrazione – afferma GennaroCapodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Tre rapinenell’arco di una decina di giorni, con vittime due gioiellerie ed un negoziodi telefonini, sono la dimostrazione che al Vomero la delinquenza dilaga e lafa da padrone, incutendo paura e terrore. Pur non avendo statistiche alla mano,credo che si tratti del quartiere  con il maggior numero di rapineportate a segno dalla delinquenza “.

         “ A pochi passi dall’ultimonegozio svaligiato, in via Scarlatti – prosegueCapodanno -, c’è una delle 40 telecamere del sistema di videosorveglianza, installate da mesi ma che non sono maientrate in funzione. Sicuramente avrebbe potuto fungere quantomeno dadeterrente di fronte alla spavalderia di delinquenti che entrano in azione adogni ora del giorno “.

         “ L’assenza deicommercianti al corteo di sabato scorso, che era stato indetto proprio persollecitare risposte immediate di fronte ai problemi della sicurezza edell’ordine pubblico che attanagliano, e non da oggi, il quartierecollinare, è stata, a mio avviso, un errore, laddove invece a Chiaia anche i commercianti avevano aderito allamanifestazione di protesta, scendendo in piazza a testimoniare la loro rabbiacontro le istituzioni che non funzionano – continuaCapodanno -. Adesso c’è chi minaccia di chiudere bottega e diandare via da Napoli. Un segnale di resa che, però, è anche l’ennesimatestimonianza del degrado e dell’illegalità che oramai sta distruggendo ipochi settori produttivi della Città, costringendo le persone oneste a migrarealtrove “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl