Libera: progetto per l'uso sociale dei beni confiscati in provincia di Milano

13/gen/2008 09.14.00 Notiziario delle associazioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“L’USO SOCIALE DEI BENI CONFISCATI IN PROVINCIA DI MILANO

 

1. PREMESSA

Dall’incontro tra le esperienze fin qui maturate dall’associazione “Libera.Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” e la volontà dell’Amministrazione Provinciale di Milano, è nata l’idea di un progetto comune denominato “L’uso sociale dei beni confiscati nella provincia di Milano”, che parte dal riutilizzo a fini sociali dei beni confiscati ai sensi della legge n. 109 del1996 e si allarga al complesso delle politiche locali di prevenzione dei fenomeni criminali e di promozione della cultura dellalegalità e della cittadinanza.

 

Le azioni che verranno realizzate nell’ambito del progetto sono finalizzate da un lato alla sensibilizzazione del territoriocirca le dinamiche e le opportunità offerte dalla legge n. 109 del 1996 sul riutilizzo sociale dei beni confiscati e dall’altro alla creazione di imprese sociali che gestiscano i suddetti beni.

 

Le attività verranno realizzate attraverso tre fasi progettuali di:

a) animazione territoriale;

b) ricerca/intervento;

c) progettazione di massima

In particolare, tra le varie azioni programmate, il progetto prevede la realizzazione di un ciclo di seminari informativi nei Comuni e/o negli ambiti territoriali sociali dove sono ubicati i beni confiscati per il territorio circa il riutilizzo sociale dei beni confiscati, un’attività di ricerca socio-economica finalizzata alla realizzazione di un’attenta analisi del territorio al fine di comprendere e conoscere al meglio la presenza di beni confiscati e di definire progetti di massima per il loro effettivo riutilizzo,nonché l’individuazione di buone prassi volte a migliorare e a rendere piùs pedita ed efficiente l’effettiva applicazione della legge stessa.

 

“Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, promotrice del presente invito, intende raccogliere manifestazioni d’interesse per realizzare una lista ristretta di soggetti tra cui individuare dei collaboratori, al fine di svolgere un’attività di formazione e animazione territoriale nei Comuni in cui sono presenti beni confiscati (tramite l’organizzazione di seminari e incontri pubblici), di studio e ricerca sulla situazione della criminalità organizzata a Milano e provincia, di analisi sullostato dei beni confiscati e sulle opportunità di riutilizzo degli stessi da parte dei Comuni, del mondo dell’associazionismo e della cooperazione sociale (partendo dalle potenzialità delle risorse economiche e sociali presenti sul territorio provinciale).

 

via Quattro Novembre, 98 - 00187 Roma

Tel. 06/69770301/2/3 - Fax06/6783559

http://www.libera.it

c/o ACLI, Via della Signora, 3- 20122 Milano

Tel. 02/7723201 - Fax 02/780968

http://www.libera-lombardia.it  

 

Inserimento a cura del Notiziariodelle associazioni www.notiziariodelleassociazioni.it   

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl