DAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE

DAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE "Dal produttore al consumatore" è una frase gettonata nel linguaggio comune, usata quando si vuole determinare la genuinità di un prodotto che non subisce alterazioni di lavorazione.

16/gen/2008 07.49.00 Narconon sud Europa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
"Dal produttore al consumatore" è una frase gettonata nel linguaggio comune, usata quando si vuole determinare la genuinità di un prodotto che non subisce alterazioni di lavorazione.
In questi giorni, navigando in rete, leggo degli articoli che mi fanno adirare e questa frase mi ritorna in mente, in maniera beffarda. In provincia di Lecce viene fermato un camion con all'interno un armadietto contenente un paio di piantine, alte un metro circa, di marjuana. A Treviso, un ragazzino di prima superiore, anziché essere interessato alla lezione, é impegnato a distribuire ai sui compagni delle dosi di droga che lui coltiva. In Calabria, campi di canapa a dispozione dei teenagers. Che tristezza...che disastro!
Si ventila che siamo una nazione in declino. Sarà vero? Alcuni personaggi di rilievo e sapienti puntualizzano che siamo subissati da molteplici problemi che non trovano soluzioni, ma solo "rattoppi", semplicemente perché abbiamo perso la capacità decisionale. Siamo perennemente in allarme: emergenza rifiuti, emergenza mafia, emergenza ambiente, emergenza droga, alcool etc... tamponiamo al momento, ma non pensiamo di realizzare qualcosa di costruttivo per il futuro. Troppe controversie, discrepanze, conflitti d'interesse.
Prendiamo l'emergenza droga. È da tempo che periodicamente la TV, la radio, i giornali propongono l'argomento. Sappiamo tutti che il mercato è saturo di "roba", che i prezzi scendono ed i consumatori aumentano. Ne viene sequestrata tanta, ma altrettanta ne circola. In alcune zone delle città, alla sera, sembra di essere al mercato dove gli ambulanti piazzano il banchettino e vendono i propri prodotti. Questo fiume in piena ha da tempo rotto gli argini ed è straripato.
Tuttavia cosa possiamo pretendere da chi ci governa? Che stabilisce le regole di un "consumo personale"? Consumo personale di che cosa? Di qualcosa che è illegale, che crea danni, che può arrivare a distruggere l'essere umano. Si stimano continui aumenti di uso di sostanza stupefacenti. Più del 30% o addirittura del 50% in pochi anni. Veramente pazzesco se si pensa che parliamo di persone, non di carne da macello.
Dove è finita la saggezza e la salvaguardia del popolo..? Il caos e la confusione regnano sovrani, ma fortunatamente in molti continuano a battersi per la liberazione di quella schiavitù data dall'uso di sostanze stupefacenti e dall'alcool. Gli operatori dell'Associazione Narconon Sud Europa (tel. 0236589162 www.narcononsudeuropa.org) puntano i loro sforzi sulla prevenzione, l'informazione e la riabilitazione. Come molta altra gente, non hanno deviato dalla strada maestra. Non mollano da oltre 26 anni.

Pinuccia Cambieri
Via Leoncavallo, 8 - Milano
Tel. 02-36589162 Fax. 02-36589167
pinuccia@prevenzionedroghe.org

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl