ANAMMI: 8 marzo, la festa e' in condominio

"La sua età va dai 35 ai 50 anni - afferma il leader dell'ANAMMI - si iscrive ai nostri corsi perché, pur avendo gia' all'attivo esperienze lavorative, si è vista costretta a lasciare la professione per via degli impegni familiari.

Allegati

06/mar/2008 14.20.00 ANAMMI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Roma, 6 marzo 2008

COMUNICATO STAMPA

8 MARZO, LA FESTA E’ IN CONDOMINIO

Alle donne italiane amministrare immobili piace sempre di piu'. Lo afferma
l'ANAMMI, Associazione Nazional-Europea di AMMinistratori d'Immobili che, in
occasione della Festa della Donna, sottolinea come la parita' tra uomini e
donne, in questo settore, sia molto vicina. Un dato in controtendenza rispetto
alle cifre sull'occupazione femminile in Italia e ai dati forniti, poche
settimane fa, dalla Commissione Europea, che ci colloca al penultimo posto
nella UE.

Dei 10mila iscritti che svolgono il mestiere di amministratore in modo
esclusivo, le donne rappresentano oggi il 40%. "Quando è nata l'associazione,
18 anni fa - spiega il presidente Giuseppe Bica - di donne se ne vedevano
davvero poche. C'era l'idea che la gestione immobiliare fosse un affare da
uomini. Negli ultimi dieci anni, invece, abbiamo assistito ad una crescita
esponenziale della componente femminile". Anzi, precisa il leader
dell'ANAMMI, "spesso riscontriamo una preferenza, perché si pensa che le donne
possano gestire con maggiore sensibilita' i rapporti umani". La crescita della
presenza femminile vede Nord, Centro e Sud quasi alla pari, con il picco
maggiore nell'Italia centrale (oltre 1300 amministratrici di condominio a tempo
pieno).

Ma chi è l'amministratrice d'immobili? "La sua età va dai 35 ai 50 anni -
afferma il leader dell’ANAMMI - si iscrive ai nostri corsi perché, pur avendo
gia' all'attivo esperienze lavorative, si è vista costretta a lasciare la
professione per via degli impegni familiari. Oppure, cerca un'alternativa
proprio perché non ce la fa piu' a conciliare lavoro e privato". Del resto,
bastano un computer ed una linea telefonica dedicata per avviare l’attivita'.
Gli stessi corsi di base ed i master di aggiornamento hanno costi contenuti e
forniscono il software necessario per gli adempimenti professionali.

Anche i titoli di studio, col tempo, sono cambiati in meglio dal punto di vista
qualitativo. Se dieci anni fa si trattava quasi sempre di contabili diplomate
in ragioneria, oggi, ad occuparsi di condominio, ci sono anche laureate in
Economia e giuriste. "Lo scorso anno, 437 donne si sono iscritte ai nostri
corsi e, quindi, all'associazione, a fronte di 703 uomini - osserva il
presidente dell'Associazione - segno che la parita', almeno in questo settore,
non è un miraggio".

Ufficio stampa ANAMMI: Silvia Cerioli
tel. 06.55272323 - cell. 3387991367


































































































blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl