CORTE DEI CONTI: CORRUZIONE DIFFUSA IN APPALTI, FORNITURE E SERVIZI

CORTE DEI CONTI: CORRUZIONE DIFFUSA IN APPALTI, FORNITURE E SERVIZI CORTE DEI CONTI: CORRUZIONE DIFFUSA IN APPALTI; FORNITURE E SERVIZI In tanti hanno tirato un grande sospiro di sollievo alla notizia che le elezioni del 13-14 aprile non subiranno variazioni: c'è fretta di fare un nuovo governo, chiunque vinca.

03/apr/2008 20.49.00 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
CORTE DEI CONTI: CORRUZIONE DIFFUSA IN APPALTI; FORNITURE E SERVIZI

In tanti hanno tirato un grande sospiro di sollievo alla notizia che le elezioni del 13-14 aprile non subiranno variazioni: c'è fretta di fare un nuovo governo, chiunque vinca. Nei vari uffici dove si annidano le varie mafie burocratiche moltissime pratiche attendono l'arrivo dei nuovi ministri, per sbloccare sbrigativamente situazioni che per via del governo dimissionario hanno dovuto arenarsi. Quelle pratiche valgono un tesoro: sappiamo tutti bene da decenni i meccanismi che riescono a mettere in moto. Abbiamo detto tesoro e non tesoretto per via di dati che conosciamo molto bene. Con una classe politica rapace e corrotta come quella che ci ritroviamo i dati riesce averli persino la Corte dei Conti che, notizia apparsa su " ILSole24ore" del 5/02/08, afferma che siamo circondati da una " corruzione diffusa in appalti, forniture e servizi". Ecco, dopo che ormai tutti i cittadini italiani hanno pagato sulla propria pelle tutti i risvolti legati agli intrallazzi guidati da gran parte della classe politica,finalmente anche i controllori delle attività economiche pubbliche conoscono questa verità. Ecco una breve sintesi dell'articolo:
"Troppa corruzione in appalti, forniture e sanità. Nella relazione per l'inaugurazione dell'anno giudiziario 2008 il procuratore generale della Corte dei conti Furio Pasqualucci denuncia il «pagamento di tangenti correlato ad artifici e irregolarità connesse a fattispecie della più diversa natura». Aumentano le condanne per danni materiali e all'immagine della Pubblica amministrazione pronunciate dalla Corte dei Conti in seguito al pagamento di tangenti per concussione o corruzione durante la stipula di contratti" . Ed ecco la parte della relazione di Pasqualucci che si occupa di tale tema:
"- Appalti e forniture.
L’attività giurisdizionale del 2007 ha evidenziato il permanere di profili di patologia connessi all’attività contrattuale, sia con riferimento alla realizzazione di lavori ed opere pubbliche sia in tema di forniture di beni e servizi, riscontrandosi il ripetersi di fattispecie di mancata o incompleta realizzazione di opere pubbliche, mancata utilizzazione di progetti, illecito ricorso alla revisione dei prezzi contrattuali, danni conseguenti ad indebite sospensioni di lavori, interessi passivi derivanti da ritardati pagamenti, acquisti o locazioni a prezzi maggiorati, non utilizzazione di beni strumentali, scarsa programmazione degli approvvigionamenti.
Frequenti i casi di irregolarità nell’affidamento e nella gestione degli appalti collegati a comportamenti integranti corruzione o concussione con conseguenti condanne per danno all’immagine della pubblica amministrazione".

Chiaramente, cosa che tutti sanno,il caso " Alitalia" merita un capitolo a parte per la quantità di denaro pubblico che hanno manipolato le varie combriccole politiche. Rassicuriamoci: le oligarchie politiche non possono permettersi che la società aerea fallisca e che vengano portati i libri in tribunale. Altro che Parmalat , Cirio, Bond argentini ed altro : verrebbero fuori pasticci di spessore ben più elevato.
NON VOTATE I DISTRUTTORI DEL NOSTRO PAESE.

Comitato per la salvaguardia della Cultura europea



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl