Crudele morte del cane Sebastiano, gli animalisti si costituiscono parte civile

Crudele morte del cane Sebastiano, gli animalisti si costituiscono parte civile per chi non conosce la storia: http://randagismo.info/associazioni/ASL/ Articolo del quotidiano Il Centro 8/4/2008: http://randagismo.info/associazioni/ASL/ilcentro-20080408.jpg Articolo del quotidiano Il Messaggero 8/4/2008: http://randagismo.info/associazioni/ASL/ilmessaggero-20080408.html Martedì 08 Aprile 2008 * Crudele morte del cane Sebastiano, gli animalisti si costituiscono parte civile * Lo chiamavano "Sebastiano", un incrocio di pastore abruzzese maschio di giovane età, ed era diventato la mascotte di via dei Giardini, ma non ci fu nessuna esitazione nel prenderlo con lacci e fruste e farlo morire dopo una serie di maltrattamenti.

08/apr/2008 20.49.00 Lega Nazionale per la Difesa del Cane Sez. AQ Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
per chi non conosce la storia: http://randagismo.info/associazioni/ASL/
 
Articolo del quotidiano Il Centro 8/4/2008:
http://randagismo.info/associazioni/ASL/ilcentro-20080408.jpg
 
 
Articolo del quotidiano Il Messaggero 8/4/2008:
http://randagismo.info/associazioni/ASL/ilmessaggero-20080408.html
Martedì 08 Aprile 2008

* Crudele morte del cane Sebastiano,
gli animalisti si costituiscono parte civile *


Lo chiamavano "Sebastiano", un incrocio di pastore abruzzese maschio di giovane età, ed era diventato la mascotte di via dei Giardini, ma non ci
fu nessuna esitazione nel prenderlo con lacci e fruste e farlo morire
dopo una serie di maltrattamenti. Il caso, che aveva fatto infuriare nel
luglio di due anni fa le associazioni animaliste, è "approdato" ieri in
sede dibattimentale davanti al Tribunale. Gli imputati sono Saverio
Flamini (dirigente veterinario della Asl), Claudio Ascaride e Paolo
Alessandri (ausiliari in servizio nella stessa Asl). Il processo si è
aperto con la costituzione di parte civile da parte di sette
associazioni animaliste, alla quale s'è opposto il difensore degli
imputati. Il processo è stato aggiornato il 26 maggio, data in cui il
giudice dovrà decidere se ammettere le parti civili al processo. Il via
all'inchiesta era stata dato da Cristina Graziani, del gruppo regionale
dei Verdi, veterinario, testimone dell'episodio. La Graziani aveva
rinvenuto il cane (prelevato in ottima salute) in una pozza di sangue
all'interno della cella frigorifera del servizio Veterinario della Asl.
M.I.
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl