ENEL, bollette salate per consumi stimati.doc

ENEL, bollette salate per consumi stimati.doc Comitato Valori Collinari Presidente:Prof.

10/apr/2008 15.20.00 Gennaro Capodanno Comitato Valori collinari Napoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comitato Valori  Collinari  

Presidente:Prof. Ing. Gennaro Capodanno

“Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sueidee non valgono nulla, o non vale nulla lui“

Via Tino di Camaino, 22  - Napoli

Tel.  0815787434   - 3392384648

e-mail: gennaro.capodanno@tin.it

 

 

COMUNICATOSTAMPA

 

ENEL:bollette “salate” per consumi stimati

Capodanno: “ Aumenti anchesuperiori al 50% “

 

    “Nonostante l’installazione dei contatori elettronici, l’ENELcontinua ad emettere bollette per i contratti ad uso domestico residente conconsumi stimati, invece che attraverso la lettura dei consumi effettivi –denuncia Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Così inquesti giorni, a me, come a tanti altri utenti, è pervenuta la fattura relativaal bimestre febbraio-marzo, con aumenti anche superiori al 50% rispetto allamedia delle bollette precedenti e, segnatamente, a quella relativa allo stessoperiodo dell’anno precedente “.

    “La colpa questa volta non è del caro petrolio – continuaCapodanno -, ma va ricercata nel fatto che la stima effettuata dichilowattora consumati è molto superiore a quella abituale – continuaCapodanno -. Solo per esemplificare, nel mio caso, mi sono ritrovato fatturatioltre 1.500 kWh, laddove ilconsumo effettivo, verificato attraverso la lettura del contatore elettronico,si aggira intorno ai 1.000 kwh. In pratica andrò ad“anticipare” il pagamento per circa 500 kWh che consumerò nei prossimi mesi “.

    “Un fatto di una gravità inaudita. Ma non nuovo per la società interessata allaluce del recente intervento nei confronti di 4 società dello stesso gruppo daparte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che haavviato un procedimento per pratiche commerciali scorrette – precisaCapodanno -. In pratica questo mese ciascun utente interessato è costretto apagare consumi non ancora effettuati, mettendo a disposizione della società,alla stregua di un prestito, somme non ancora dovute. Solo che, a differenzadei prestiti che vengono effettuati a titolo oneroso,all’utente verranno semplicemente restituite le somme anticipate, in fasedi conguaglio successivo “.

    “Mi auguro – conclude Capodanno – che anche in questo casol’AGCM, in uno alle associazioni dei consumatori vogliono assumere iprovvedimenti e le iniziative del caso “.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl