GCAP: Comunicato Stampa in vista del G8

28/apr/2008 14.47.00 Associazione ONG italiane Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Rispetto degli impegni,

clima, finanza per lo sviluppo, salute, educazione:

le richieste del GCAP all’Italia in vista del G8

 

In occasione del Civil G8 la Coalizione Italiana contro la povertà ha elaborato quelle che sono le richieste fondamentali di cui il G8 dovrebbe farsi carico.

 

In un momento di gravi emergenze globali, crediamo che i paesi che partecipano al G8 debbano assumersi la concreta responsabilità di cambiare il corso delle politiche attuali che noi riteniamo responsabili di tali crisi. In particolar modo il Governo Italiano che assumerà la presidenza del G8 nel 2009, deve farsi carico di un’agenda politica che formuli delle concrete proposte di cambiamento.

 

Le crisi sociali ed ambientali che stiamo vivendo  risultano fortemente interconnesse e mostrano il limite del modello di sviluppo economico come i limiti del modello di Governance attuale che rimane fortemente elitario con forti crisi di legittimità. La crisi finanziaria internazionale, le crisi economiche e ambientali e le ripercussioni sull’economia mondiale rendono urgente recuperare il ruolo della politica, con un controllo e una partecipazione democratica delle popolazioni alla governance mondiale.

 

E’ importante pertanto che i paesi del G8 e l’Italia in particolare, lavorino per rafforzare le sedi democratiche e partecipate come le Nazioni Unite, affinché questo modello sia la base per ragionare su un’effettiva democratizzazione della governance globale anche in ambito economico e finanziario Solo con una nuova governance democratica si potrà lavorare congiuntamente contro la povertà, e per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio assicurando a ciascun individuo il godimento dei diritti fondamentali e l’accesso ai beni comuni.

 

In particolare il rispetto degli impegni presi in sede internazionale per eliminare la povertà e raggiungere gli Obiettivi del Millennio, la lotta al riscaldamento globale e i sui impatti sui più poveri, un concreto impegno per finanziare lo sviluppo, la tutela del diritto alla salute e all’educazione sono i temi che il governo italiano dovrebbe mettere al centro dei lavori dei prossimi vertici del G8, in programma quest’anno in Giappone e nel 2009 in Italia.

 

In allegato il documento della Coalizione preparato in occasione del Civil G8 con all’interno le richieste sui singoli temi.

 

 

Organizzazioni che aderiscono alla Coalizione Italiana contro la povertà:

Acli, Action Aid International, Agesci, Aifo, Amici dei popoli, Amref, Arci Oblò Torre del Greco, Associazione Ong Italiane, Associazione Ricerca e Cooprazione, Campagna delle Nazioni Unite per gli Obiettivi del Millennio, Campagna Riforma Banca Mondiale, CBM Italia, CCS, Centri per la pace Cesena e Forlì, Cestas, Cesvi, CGIL, Cilap Eapn Italia, CINI, Cipsi, CISL, Cisv, Cittadinanza Attiva, Civitas,CNCA, CND, Coopi, Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, CTM Altromercato, DPI-Italia, F.I.S.H, FEDERHAND ONLUS, Fivol, Fondazione Banca Etica, Fondazione Colombia te quiere ver, Forum del Terzo Settore, ICS, Intervita Onlus, Ipsia, Istituo Oikos Onlus, Istituto di Cooperazione Internazionale Progetto Sud, La Gabbianella, Legambiente, LVIA - Focsiv, Mani Tese, Masci, Medici con l’Africa-CUAMM, Movimondo, OIRD-CICS, Osservatorio Italiano sull’Azione Globale contro l’AIDS, Oxfam International e Ucodep, PeaceWaves Onlus, Progetto Mondo-MLAL, Retedonnesenzadominio, Save the Children Italia, Sdebitarsi, Segreteria Provinciale del  Sindacato FILCA-CISL di Bergamo, Social Watch Italia, Tavola della Pace, Tavola della Riconciliazione e Pace di Benevento, Telefono Azzurro, Terre des Hommes Italia, Transnational Organisation for Development, Employment, Social and Youth (T.O.D.E.S.Y.), UIL, Unicef Italia, Unimondo, Vides Internazionale, Vis, Volontari nel mondo- Focsiv, WWF Italia

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl