WWF Lombardia: Legge Infrastrutture, la Regione viola la Costituzione ?

18/mag/2008 18.50.00 Notiziario delle associazioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Legge sulle Infrastrutture: La Regione viola la Costituzione?

 
15/5/2008 - Votata oggi una Legge dalla Regione che rischia di aprire un contenzioso con il Governo
La Regione Lombardia con la legge sulle infrastrutture votata oggi sottrae al Governo centrale il suo ruolo sulle infrastrutture strategiche rivendicando la regia delle procedure autorizzative sulle grandi opere,
contro ogni logica normativa e costituzionale . Tra le materie "concorrenti" tra Stato e Regioni rimangano infatti, e a ragione, le grandi reti di trasporto come stabilito dal titolo V della Costituzione. 

"La Regione con questo provvedimento rischia di aprire un contenzioso con il Governo, che la vedrebbe perdente. Nel caso il Governo deciderà infatti di impugnare la legge regionale il rischio di perdere è reale vista anche la recente sentenza della Corte Costituzionale (303 del 2003)." dice la Presidente WWF Lombardia Paola Brambilla.

Il WWF  osserva che se lo scopo è quello di sbloccare l’impasse, dovuta ad una cattiva progettazione e ai rilevanti problemi economico finanziari, di tre grandi opere (Pedemontana, Brebemi  - autostrada diretta
Brescia-Bergamo-Milano - e il sistema TEM  - Tangenziali esterne di Milano) la Regione lo potrebbe perseguire con uno specifico accordo o ulteriore protocollo d’intesa con il Governo che integri l’Intesa Generale Quadro del 2003, non rischiando così il contenzioso.

Comunicato stampa di WWF Lombardia

Inserimento a cura del Notiziario delle associazioni www.notiziariodelleassociazioni.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl